IL MILAN VINCE E CONVINCE: 5-0 AL WOLFSBERGER

Al Wörthersee Stadion di Klagenfurt la formazione di Mister Pioli batte con ampio scarto gli austriaci del Wolfsberger: 5-0 il risultato finale e, soprattutto, sprazzi di ottimo gioco, con fluidità e pulizia di manovra in molti frangenti. Dopo il difficile test ungherese contro lo ZTE, la risposta rossonera è arrivata con le reti di Leão e Rebić nel primo tempo, Messias, Adli e Gabbia nella ripresa. Tanti segnali incoraggianti, dunque, a partire da un Adli sempre più coinvolto nelle trame offensive della squadra. Ha già preso ritmo la catena di sinistra Theo-Leão, travolgente in diverse situazioni, così come la difesa che ha mostrato la consueta compattezza, chiudendo con la porta inviolata. 

Il test di questa sera ha concluso il breve soggiorno austriaco, la squadra farà ritorno in Italia e domani godrà di un giorno di riposo. Ritrovo a Milanello fissato per venerdì, due giorni di allenamenti in programma per poi tornare in campo domenica per un’altra amichevole, al Vélodrome di Marsiglia contro l’Olympique Marseille alle ore 18.00.

LA CRONACA
Fin dalle prime battute i rossoneri dimostrano chiaramente di voler comandare il match: tanto possesso, tanta densità e movimento da parte di tutti. Dopo due azioni vanificate dal fuorigioco, è Adli a creare il primo pericolo al 21′: combinazione con Calabria, ma il francese viene fermato da Lochoshvili al momento del tiro. Si accende Leão al 25′, sterzata sul destro e tiro che lambisce il secondo palo. La pressione rossonera sale e il Wolfsberger va in apnea ed è ancora Leão, dopo un sinistro alto di Theo, a fare le prove del gol al 37′ con un’azione identica alla precedente, tiro deviato in corner. Il gol arriva al 39′: lancio al millimetro di Calabria, aggancio meraviglioso e scavetto vincente di Leão, 1-0. Due minuti più tardi ecco il raddoppio firmato da Rebić, che appoggia a porta sguarnita l’assist radente di Adli. 

La novità a inizio ripresa è l’ingresso di Messias per Leão, e Walter Jr ripaga subito la fiducia con il gol del 3-0, depositando in rete il preciso assist di Theo. Al quarto d’ora della ripresa arriva la prima gioia rossonera di Yacine Adli, che all’altezza del dischetto raccoglie un tiro respinto di Saelemaekers e a porta vuota mette dentro: 4-0. Pioli cambia 8 giocatori al 61′ ma la sostanza non cambia perché al 65′ due nuovi entrati confezionano il 5-0: cross di Ballo-Touré e incornata vincente di Matteo Gabbia, peraltro capitano in campo. Nel finale Messias buca spesso la retroguardia ospite senza però trovare il sesto gol, finisce così. 

IL TABELLINO

WOLFSBERGER-MILAN 0-5

WOLFSBERGER (3-4-1-2): Gütlbauer; Lochoshvili, Baumgartner (17’st Piesinger), Novak (17’st Schifferl); Veratschnig (1’st Anzolin), Omic (17’st Taferner), Leitgeb (1’st Kerschbaumer), Scherzer; Boakye; Vizinger (27’st Müller), Vergos (1’st Röcher). A disp.: Bonmann, Skubl; Gugganig, Jasic; Ballo; Baribo, Tauchhammer. All.: Dutt.

MILAN (4-2-3-1): Maignan (16’st Mirante); Calabria (16’st Florenzi), Kalulu (32’st Coubis), Tomori (16’st Gabbia), Hernández (16’st Ballo-Touré); Bennacer (16’st Bakayoko), Krunić (16’st Tonali); Saelemaekers (32’st Gala), Adli (16’st Díaz), Leão (1’st Messias); Rebić (16’st Lazetić). A disp.: Tătăruşanu; Brescianini. All.: Pioli.

Arbitro: Josef Spurny (AUT).
Gol: 39′ Leão (M), 41′ Rebić (M), 12’st Messias (M), 15’st Adli (M), 20’st Gabbia (M)
Ammoniti: 8′ Veratschnig (W). 

(Foto Twitter AC Milan)

www.acmilan.com

Al Wörthersee Stadion di Klagenfurt la formazione di Mister Pioli batte con ampio scarto gli austriaci del Wolfsberger: 5-0 il risultato finale e, soprattutto, sprazzi di ottimo gioco, con fluidità e pulizia di manovra in molti frangenti. Dopo il difficile test ungherese contro lo ZTE, la risposta rossonera è arrivata con le reti di Leão e Rebić nel primo tempo, Messias, Adli e Gabbia nella ripresa. Tanti segnali incoraggianti, dunque, a partire da un Adli sempre più coinvolto nelle trame offensive della squadra. Ha già preso ritmo la catena di sinistra Theo-Leão, travolgente in diverse situazioni, così come la difesa che ha mostrato la consueta compattezza, chiudendo con la porta inviolata. 

Il test di questa sera ha concluso il breve soggiorno austriaco, la squadra farà ritorno in Italia e domani godrà di un giorno di riposo. Ritrovo a Milanello fissato per venerdì, due giorni di allenamenti in programma per poi tornare in campo domenica per un’altra amichevole, al Vélodrome di Marsiglia contro l’Olympique Marseille alle ore 18.00.

LA CRONACA
Fin dalle prime battute i rossoneri dimostrano chiaramente di voler comandare il match: tanto possesso, tanta densità e movimento da parte di tutti. Dopo due azioni vanificate dal fuorigioco, è Adli a creare il primo pericolo al 21′: combinazione con Calabria, ma il francese viene fermato da Lochoshvili al momento del tiro. Si accende Leão al 25′, sterzata sul destro e tiro che lambisce il secondo palo. La pressione rossonera sale e il Wolfsberger va in apnea ed è ancora Leão, dopo un sinistro alto di Theo, a fare le prove del gol al 37′ con un’azione identica alla precedente, tiro deviato in corner. Il gol arriva al 39′: lancio al millimetro di Calabria, aggancio meraviglioso e scavetto vincente di Leão, 1-0. Due minuti più tardi ecco il raddoppio firmato da Rebić, che appoggia a porta sguarnita l’assist radente di Adli. 

La novità a inizio ripresa è l’ingresso di Messias per Leão, e Walter Jr ripaga subito la fiducia con il gol del 3-0, depositando in rete il preciso assist di Theo. Al quarto d’ora della ripresa arriva la prima gioia rossonera di Yacine Adli, che all’altezza del dischetto raccoglie un tiro respinto di Saelemaekers e a porta vuota mette dentro: 4-0. Pioli cambia 8 giocatori al 61′ ma la sostanza non cambia perché al 65′ due nuovi entrati confezionano il 5-0: cross di Ballo-Touré e incornata vincente di Matteo Gabbia, peraltro capitano in campo. Nel finale Messias buca spesso la retroguardia ospite senza però trovare il sesto gol, finisce così. 

IL TABELLINO

WOLFSBERGER-MILAN 0-5

WOLFSBERGER (3-4-1-2): Gütlbauer; Lochoshvili, Baumgartner (17’st Piesinger), Novak (17’st Schifferl); Veratschnig (1’st Anzolin), Omic (17’st Taferner), Leitgeb (1’st Kerschbaumer), Scherzer; Boakye; Vizinger (27’st Müller), Vergos (1’st Röcher). A disp.: Bonmann, Skubl; Gugganig, Jasic; Ballo; Baribo, Tauchhammer. All.: Dutt.

MILAN (4-2-3-1): Maignan (16’st Mirante); Calabria (16’st Florenzi), Kalulu (32’st Coubis), Tomori (16’st Gabbia), Hernández (16’st Ballo-Touré); Bennacer (16’st Bakayoko), Krunić (16’st Tonali); Saelemaekers (32’st Gala), Adli (16’st Díaz), Leão (1’st Messias); Rebić (16’st Lazetić). A disp.: Tătăruşanu; Brescianini. All.: Pioli.

Arbitro: Josef Spurny (AUT).
Gol: 39′ Leão (M), 41′ Rebić (M), 12’st Messias (M), 15’st Adli (M), 20’st Gabbia (M)
Ammoniti: 8′ Veratschnig (W). 

(Foto Twitter AC Milan)

www.acmilan.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.