“L’ARTE DELL’INTEGRAZIONE” DI JAGO IN MOSTRA ALLO STADIO OLIMPICO DI ROMA

Un’iniziativa di ‘Lega Serie A’ e ‘Sport e Salute’ per promuovere, attraverso il calcio, i valori dell’integrazione e rispetto del prossimo.

Lunedì 1° agosto, presso lo stadio “Olimpico” di Roma, si terrà l’evento inaugurale della mostra di Jago – “L’Arte dell’Integrazione”, organizzata dalla Lega Serie A in collaborazione con Sport e Salute. L’iniziativa rientra nel quadro dell’impegno comune delle due Istituzioni nel sostenere progetti che puntino a rafforzare il ruolo sociale del calcio come strumento di promozione e veicolo di valori quali integrazione, accoglienza e rispetto del prossimo.

Jago, artista italiano di fama internazionale, esporrà sul prato dell’Olimpico la propria scultura raffigurante un migrante intitolata “Marmo Italiano”, realizzata in marmo nero proveniente da cave situate nel nostro Paese. L’opera rappresenta un giovane uomo disteso su un fianco e intende focalizzare l’attenzione su temi come l’accoglienza, l’integrazione e le sofferenze di tutti coloro che sono costretti a fuggire dalla propria terra, a causa della guerra o delle difficoltà più disparate, nella speranza di un nuovo inizio.
L’opera è stata installata in gran segreto da Jago, ad inizio estate, su una nave di SOS Mediterranee. La scultura, sbarcata pochi giorni fa in Italia, prosegue ora il suo viaggio con destinazione Roma.

Dal 2 al 4 agosto la visione dell’opera sarà inoltre aperta al pubblico all’interno del percorso di visita dello stadio “Olimpico” di Roma.

“Arte, cultura e sport sono portatori di valori comuni: apertura, inclusione, integrazione e relazioni con l’altro. Per questo Sport e Salute ospita con grande piacere in collaborazione con la Lega Serie A l’opera di un artista internazionale come Jago sensibile a questi temi universali – ha dichiarato Vito Cozzoli, Presidente di Sport e Salute -. Lo fa in un luogo di sport, nel più iconico degli stadi italiani per la sua storia e per la sua posizione all’interno di un parco sportivo straordinario, il Foro Italico. Quei valori che uniscono lo sport all’arte sono alla base della missione di Sport e Salute, chiamata a promuovere l’attività sportiva a tutti i livelli, per grandi e piccoli, in ogni luogo d’Italia. L’obiettivo è arrivare al cuore di ogni essere umano. Lo sport e l’arte possono riuscirvi”.

Il Presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, ha dichiarato: “Siamo molto contenti che Jago, un artista italiano di fama internazionale, abbia accolto subito e con entusiasmo la proposta di realizzare questo progetto insieme a Lega Serie A e Sport e Salute. Si tratta di un’iniziativa che rispecchia appieno i valori che la Serie A porta avanti da tempo attraverso il suo impegno in campo sociale, in particolare sul fronte dell’integrazione e della lotta alle discriminazioni. Arte, educazione e sport sono pilastri dello sviluppo della cultura dell’umanità. Desidero inoltre ringraziare Jago per aver accettato il nostro invito ad esporre la sua opera all’interno di uno stadio: anche lui crede, come noi, che questo sport sia uno straordinario strumento capace di trasmettere in modo immediato e intergenerazionale non solo passioni e sentimenti, ma anche valori sociali più ampi come accoglienza, inclusione e rispetto dell’altro. Promuovere la tutela dei diritti umani è alla base dell’Olimpismo e sono felice che questo progetto si realizzi qui, a Roma, nello stadio Olimpico”.

 

JAGO
JAGO è un artista italiano che opera nel campo della scultura. Classe 1987, ha frequentato il liceo artistico e poi l’Accademia di Belle Arti (lasciata nel 2010).
La sua ricerca artistica fonda le radici nelle tecniche tradizionali, ma tratta temi fondamentali dell’epoca che vive instaurando un rapporto diretto con il pubblico mediante l’utilizzo dei social network.
Nel 2011 partecipa alla 54a edizione della Biennale di Venezia.
Dal 2016 ha vissuto e lavorato in Italia, Cina e America.
Nel 2019, in occasione della missione Beyond dell’ESA (European Space Agency), invia una scultura di 200g in marmo “The First Baby” sulla Stazione Spaziale Internazionale. 
La sua ultima mostra: JAGO – The Exhibition è stata inaugurata presso Palazzo Bonaparte a Roma a Marzo 2022.

(Photo Credit Dirk Vogel)

Un’iniziativa di ‘Lega Serie A’ e ‘Sport e Salute’ per promuovere, attraverso il calcio, i valori dell’integrazione e rispetto del prossimo.

Lunedì 1° agosto, presso lo stadio “Olimpico” di Roma, si terrà l’evento inaugurale della mostra di Jago – “L’Arte dell’Integrazione”, organizzata dalla Lega Serie A in collaborazione con Sport e Salute. L’iniziativa rientra nel quadro dell’impegno comune delle due Istituzioni nel sostenere progetti che puntino a rafforzare il ruolo sociale del calcio come strumento di promozione e veicolo di valori quali integrazione, accoglienza e rispetto del prossimo.

Jago, artista italiano di fama internazionale, esporrà sul prato dell’Olimpico la propria scultura raffigurante un migrante intitolata “Marmo Italiano”, realizzata in marmo nero proveniente da cave situate nel nostro Paese. L’opera rappresenta un giovane uomo disteso su un fianco e intende focalizzare l’attenzione su temi come l’accoglienza, l’integrazione e le sofferenze di tutti coloro che sono costretti a fuggire dalla propria terra, a causa della guerra o delle difficoltà più disparate, nella speranza di un nuovo inizio.
L’opera è stata installata in gran segreto da Jago, ad inizio estate, su una nave di SOS Mediterranee. La scultura, sbarcata pochi giorni fa in Italia, prosegue ora il suo viaggio con destinazione Roma.

Dal 2 al 4 agosto la visione dell’opera sarà inoltre aperta al pubblico all’interno del percorso di visita dello stadio “Olimpico” di Roma.

“Arte, cultura e sport sono portatori di valori comuni: apertura, inclusione, integrazione e relazioni con l’altro. Per questo Sport e Salute ospita con grande piacere in collaborazione con la Lega Serie A l’opera di un artista internazionale come Jago sensibile a questi temi universali – ha dichiarato Vito Cozzoli, Presidente di Sport e Salute -. Lo fa in un luogo di sport, nel più iconico degli stadi italiani per la sua storia e per la sua posizione all’interno di un parco sportivo straordinario, il Foro Italico. Quei valori che uniscono lo sport all’arte sono alla base della missione di Sport e Salute, chiamata a promuovere l’attività sportiva a tutti i livelli, per grandi e piccoli, in ogni luogo d’Italia. L’obiettivo è arrivare al cuore di ogni essere umano. Lo sport e l’arte possono riuscirvi”.

Il Presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, ha dichiarato: “Siamo molto contenti che Jago, un artista italiano di fama internazionale, abbia accolto subito e con entusiasmo la proposta di realizzare questo progetto insieme a Lega Serie A e Sport e Salute. Si tratta di un’iniziativa che rispecchia appieno i valori che la Serie A porta avanti da tempo attraverso il suo impegno in campo sociale, in particolare sul fronte dell’integrazione e della lotta alle discriminazioni. Arte, educazione e sport sono pilastri dello sviluppo della cultura dell’umanità. Desidero inoltre ringraziare Jago per aver accettato il nostro invito ad esporre la sua opera all’interno di uno stadio: anche lui crede, come noi, che questo sport sia uno straordinario strumento capace di trasmettere in modo immediato e intergenerazionale non solo passioni e sentimenti, ma anche valori sociali più ampi come accoglienza, inclusione e rispetto dell’altro. Promuovere la tutela dei diritti umani è alla base dell’Olimpismo e sono felice che questo progetto si realizzi qui, a Roma, nello stadio Olimpico”.

 

JAGO
JAGO è un artista italiano che opera nel campo della scultura. Classe 1987, ha frequentato il liceo artistico e poi l’Accademia di Belle Arti (lasciata nel 2010).
La sua ricerca artistica fonda le radici nelle tecniche tradizionali, ma tratta temi fondamentali dell’epoca che vive instaurando un rapporto diretto con il pubblico mediante l’utilizzo dei social network.
Nel 2011 partecipa alla 54a edizione della Biennale di Venezia.
Dal 2016 ha vissuto e lavorato in Italia, Cina e America.
Nel 2019, in occasione della missione Beyond dell’ESA (European Space Agency), invia una scultura di 200g in marmo “The First Baby” sulla Stazione Spaziale Internazionale. 
La sua ultima mostra: JAGO – The Exhibition è stata inaugurata presso Palazzo Bonaparte a Roma a Marzo 2022.

(Photo Credit Dirk Vogel)

Leave a Reply

Your email address will not be published.