MOURINHO: “LA SQUADRA È IN UN BUON MOMENTO, VOGLIAMO PASSARE IL TURNO”

José Mourinho ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Vitesse-Roma, andata degli ottavi di Conference League.

Ecco le sue parole.

C’è più fiducia dopo sette risultati utili consecutivi in campionato?

“Spero di sì. Sono sette partite di seguito in Serie A senza sconfitte. Nell’ultima vittoria la squadra è sempre stata bene come atteggiamento dal primo minuto, tutti i giocatori concentrati. Ed è importante in una fase a eliminatoria diretta come questa. Adesso ogni dettaglio è importante, ogni minuto puoi essere eliminato. La squadra sta bene, solo Spinazzola non è disponibile. Il gruppo è al completo”.

“È una sorpresa per me, gioco in Olanda per la prima volta in un campo che non è da calcio. Vengo in Olanda da più di 20 anni, sempre campi bellissimi, non lo so che è successo qui, sarà molto difficile giocare, non capisco come si può giocare. Però veniamo per fare risultato e passare ai quarti di finale”.

Per la partita di domani pensa di fare turnover?

“Punto su tutti quelli che lavorano bene. La cosa che si sente da dentro è che tutti stanno lavorando bene, stanno in buona forma. Nell’ultima partita abbiamo fatto cinque cambi. Perché abbiamo fatto cinque cambi? Perché c’è qualità. Ora la rosa è forte, abbiamo obiettivi chiari. Prima erano tre, ora sono due. Non c’è più Coppa Italia. In campionato vogliamo raggiungere la posizione migliore possibile”.

“Ogni partita è quella decisiva per noi. Sono contento con i giocatori in questo momento. Non sarà turnover. Cercheremo di gestire qualcuno, cercando di mettere una squadra sempre forte, con cinque cambi da fare”.

Ha parlato del campo dello stadio, mister.

“Già, perché è così?”.

Non lo so, magari c’è stato un concerto pop. A parte questo, la sua opinione sul calcio olandese?

“Se dovessimo parlare di calcio olandese potremmo parlare per ore. Sarò breve, ho iniziato con Van Gaal, un grande allenatore, su questo non ho nient’altro da aggiungere se non esprimere la mia gratitudine. È un calcio molto offensivo, spregiudicato, ma visto le condizioni del terreno di questo stadio, magari le cose stanno cambiando…”.

(Foto LaPresse)

www.asroma.com

José Mourinho ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Vitesse-Roma, andata degli ottavi di Conference League.

Ecco le sue parole.

C’è più fiducia dopo sette risultati utili consecutivi in campionato?

“Spero di sì. Sono sette partite di seguito in Serie A senza sconfitte. Nell’ultima vittoria la squadra è sempre stata bene come atteggiamento dal primo minuto, tutti i giocatori concentrati. Ed è importante in una fase a eliminatoria diretta come questa. Adesso ogni dettaglio è importante, ogni minuto puoi essere eliminato. La squadra sta bene, solo Spinazzola non è disponibile. Il gruppo è al completo”.

“È una sorpresa per me, gioco in Olanda per la prima volta in un campo che non è da calcio. Vengo in Olanda da più di 20 anni, sempre campi bellissimi, non lo so che è successo qui, sarà molto difficile giocare, non capisco come si può giocare. Però veniamo per fare risultato e passare ai quarti di finale”.

Per la partita di domani pensa di fare turnover?

“Punto su tutti quelli che lavorano bene. La cosa che si sente da dentro è che tutti stanno lavorando bene, stanno in buona forma. Nell’ultima partita abbiamo fatto cinque cambi. Perché abbiamo fatto cinque cambi? Perché c’è qualità. Ora la rosa è forte, abbiamo obiettivi chiari. Prima erano tre, ora sono due. Non c’è più Coppa Italia. In campionato vogliamo raggiungere la posizione migliore possibile”.

“Ogni partita è quella decisiva per noi. Sono contento con i giocatori in questo momento. Non sarà turnover. Cercheremo di gestire qualcuno, cercando di mettere una squadra sempre forte, con cinque cambi da fare”.

Ha parlato del campo dello stadio, mister.

“Già, perché è così?”.

Non lo so, magari c’è stato un concerto pop. A parte questo, la sua opinione sul calcio olandese?

“Se dovessimo parlare di calcio olandese potremmo parlare per ore. Sarò breve, ho iniziato con Van Gaal, un grande allenatore, su questo non ho nient’altro da aggiungere se non esprimere la mia gratitudine. È un calcio molto offensivo, spregiudicato, ma visto le condizioni del terreno di questo stadio, magari le cose stanno cambiando…”.

(Foto LaPresse)

www.asroma.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.