SARRI: “LA SQUADRA STA CRESCENDO NEL SACRIFICIO”

Nel post gara di Lazio-Udinese, il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa.

“La squadra sta crescendo, al di là di tutti i discorsi che si fanno, soprattutto nello spirito, è più disposta al sacrificio e questo ci può portare dei benefici. Questa sera sono stati trasportati tutti da questo clima, compresi i giovani che si sono subito messi a disposizione. Ci dispiace arrivare alla partita contro l’Atalanta con 120′ sulle gambe, purtroppo dipende dai calendari.

Mercato? Questa Società è molto oculata, non farà mai una sessione con tanti acquisti ma questo lo sapevo già prima di venire. Se esce qualcuno, entra qualcuno. L’importante è che la Società sia predisposta mentalmente ad accompagnarci nella crescita. Scontro con Pussetto? Mi sono rialzato prima io, non è facile reggere il confronto con un ragazzo più giovane di 25 anni, ho retto.

Moro è un ragazzo del 2002, è dentro il progetto. Lazzari ha fatto diverse partite, questa sera mi è piaciuta la sua fase difensiva, quella offensiva la fa sempre ad alti livelli. Vavro? Ci faceva comodo nei minuti finali sulle palle alte, mentre Muriqi ha fatto un buon primo tempo, appannandosi poi nel secondo. Zaccagni ha una distorsione alla caviglia, mentre Pedro ha un piccolo problema muscolare al soleo. Se qualcuno dei due dovesse essere rischiato contro l’Atalanta, direi più Zaccagni che Pedro”.

(Foto LaPresse)

www.sslazio.it

Nel post gara di Lazio-Udinese, il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa.

“La squadra sta crescendo, al di là di tutti i discorsi che si fanno, soprattutto nello spirito, è più disposta al sacrificio e questo ci può portare dei benefici. Questa sera sono stati trasportati tutti da questo clima, compresi i giovani che si sono subito messi a disposizione. Ci dispiace arrivare alla partita contro l’Atalanta con 120′ sulle gambe, purtroppo dipende dai calendari.

Mercato? Questa Società è molto oculata, non farà mai una sessione con tanti acquisti ma questo lo sapevo già prima di venire. Se esce qualcuno, entra qualcuno. L’importante è che la Società sia predisposta mentalmente ad accompagnarci nella crescita. Scontro con Pussetto? Mi sono rialzato prima io, non è facile reggere il confronto con un ragazzo più giovane di 25 anni, ho retto.

Moro è un ragazzo del 2002, è dentro il progetto. Lazzari ha fatto diverse partite, questa sera mi è piaciuta la sua fase difensiva, quella offensiva la fa sempre ad alti livelli. Vavro? Ci faceva comodo nei minuti finali sulle palle alte, mentre Muriqi ha fatto un buon primo tempo, appannandosi poi nel secondo. Zaccagni ha una distorsione alla caviglia, mentre Pedro ha un piccolo problema muscolare al soleo. Se qualcuno dei due dovesse essere rischiato contro l’Atalanta, direi più Zaccagni che Pedro”.

(Foto LaPresse)

www.sslazio.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.