THIAGO MOTTA: “LAVOREREMO AL MASSIMO FINO ALLA FINE”

In vista della sfida casalinga contro la Lazio, il tecnico aquilotto Thiago Motta ha parlato come di consueto ai microfoni della stampa dalla sala “Rino Capellazzi” del centro sportivo di via Melara: 

“Ieri abbiamo visto un Torino che è riuscito a mettere in difficoltà una grande squadra come l’Atalanta, l’Inter perdere contro il Bologna. Tutte le squadre stanno lottando al massimo come è giusto che sia, sempre con rispetto, cercando di portare a casa il miglior risultato possibile. Dalla Lazio mi aspetto lo stesso, è una grande squadra che sta lottando per raggiungere l’Europa, ma anche noi scenderemo in campo dando il 200% per fare del nostro meglio e raggiungere il nostro obiettivo.

La partita dell’andata ormai fa parte del passato, niente scuse. Oggi la cosa più importante è affrontare giorno dopo giorno, dando il massimo sia in allenamento che in partita per scendere in campo e dare il meglio di noi stessi.

Credo che si possa sempre migliorare sotto ogni aspetto, il calcio è come la vita, ogni giorno abbiamo la possibilità di fare meglio del giorno precedente.

La Lazio è una squadra che sa molto bene cosa vuole in campo, sia per quanto riguarda la fase offensiva che quella difensiva. Affronteremo una squadra che ha giocatori di qualità che cercano sempre di costruire da dietro senza buttare mai palla. Quando riescono ad uscire dalla prima pressione sono capaci di mantenere il possesso e di attaccare velocemente, ma sono in grado anche di ripiegare e di stare dietro, come un gruppo, sempre con l’idea di recuperare palla e attaccare veloci come abbiamo visto contro il Cagliari. Sappiamo che squadra stiamo per affrontare, staremo molto attenti e scenderemo in campo con grinta ed energia.

Il ruolo del portiere? Potremmo stare qui a parlare per ore, ma tutto dipende dalla filosofia dell’allenatore e della squadra. Il calcio è libero, ognuno ha il suo modo di fare. Tutti cerchiamo di trasmettere ai ragazzi le nostre idee e il nostro modo di pensare per raggiungere il miglior risultato possibile, che è quello che conta alla fine.

Nel calcio niente è scontato. Quello che è sicuro e che possiamo controllare è il nostro lavoro, le nostre azioni, e noi continueremo a dare il massimo come abbiamo sempre fatto, lo faremo fino alla fine per il bene della squadra e per raggiungere il nostro obiettivo.

I complimenti di Allegri? Posso solo ringraziarlo, e considerando che è un uomo esperto e intelligente spero solo che abbia ragione.”

(Foto LaPresse)

www.acspezia.com

In vista della sfida casalinga contro la Lazio, il tecnico aquilotto Thiago Motta ha parlato come di consueto ai microfoni della stampa dalla sala “Rino Capellazzi” del centro sportivo di via Melara: 

“Ieri abbiamo visto un Torino che è riuscito a mettere in difficoltà una grande squadra come l’Atalanta, l’Inter perdere contro il Bologna. Tutte le squadre stanno lottando al massimo come è giusto che sia, sempre con rispetto, cercando di portare a casa il miglior risultato possibile. Dalla Lazio mi aspetto lo stesso, è una grande squadra che sta lottando per raggiungere l’Europa, ma anche noi scenderemo in campo dando il 200% per fare del nostro meglio e raggiungere il nostro obiettivo.

La partita dell’andata ormai fa parte del passato, niente scuse. Oggi la cosa più importante è affrontare giorno dopo giorno, dando il massimo sia in allenamento che in partita per scendere in campo e dare il meglio di noi stessi.

Credo che si possa sempre migliorare sotto ogni aspetto, il calcio è come la vita, ogni giorno abbiamo la possibilità di fare meglio del giorno precedente.

La Lazio è una squadra che sa molto bene cosa vuole in campo, sia per quanto riguarda la fase offensiva che quella difensiva. Affronteremo una squadra che ha giocatori di qualità che cercano sempre di costruire da dietro senza buttare mai palla. Quando riescono ad uscire dalla prima pressione sono capaci di mantenere il possesso e di attaccare velocemente, ma sono in grado anche di ripiegare e di stare dietro, come un gruppo, sempre con l’idea di recuperare palla e attaccare veloci come abbiamo visto contro il Cagliari. Sappiamo che squadra stiamo per affrontare, staremo molto attenti e scenderemo in campo con grinta ed energia.

Il ruolo del portiere? Potremmo stare qui a parlare per ore, ma tutto dipende dalla filosofia dell’allenatore e della squadra. Il calcio è libero, ognuno ha il suo modo di fare. Tutti cerchiamo di trasmettere ai ragazzi le nostre idee e il nostro modo di pensare per raggiungere il miglior risultato possibile, che è quello che conta alla fine.

Nel calcio niente è scontato. Quello che è sicuro e che possiamo controllare è il nostro lavoro, le nostre azioni, e noi continueremo a dare il massimo come abbiamo sempre fatto, lo faremo fino alla fine per il bene della squadra e per raggiungere il nostro obiettivo.

I complimenti di Allegri? Posso solo ringraziarlo, e considerando che è un uomo esperto e intelligente spero solo che abbia ragione.”

(Foto LaPresse)

www.acspezia.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.