THIAGO MOTTA: “PUNTO IMPORTANTE. AVANTI A LAVORARE CON UMILTÀ”

Finisce 2-2 la sfida contro la Salernitana grazie ai gol segnati da Manaj e Verde, che permettono alle Aquile di prolungare la scia positiva con un punto prezioso. Le parole di mister Thiago Motta nel post-partita:

“Questo è un punto molto importante guardando il contesto e l’andamento della partita. Abbiamo affrontato una Salernitana con tanti cambiamenti e molto entusiasmo. È stata una prova di carattere, siamo andati in svantaggio due volte, ma siamo riusciti a tornare in partita. Verde dopo che è uscito non ha smesso un attimo di incitare i compagni; sia lui che i ragazzi che erano in panchina sanno di essere importanti per la squadra e cercano sempre di dare una mano, sono soddisfatto del gruppo e del legame che si è creato.

Preparare questa partita è stato diverso rispetto al solito perché non sapevamo quali giocatori avrebbe schierato la Salernitana, ma noi abbiamo il nostro modo di giocare, sappiamo quali sono gli spazi da occupare, quindi, ci siamo allenati e abbiamo lavorato come abbiamo sempre fatto.

Se giocatori come Kiwior e Manaj stanno facendo bene è tutto merito loro, noi possiamo proporre, cercare di tirare fuori il meglio, ma alla fine dipende tutto da loro. Entrambi sono giocatori che si stanno impegnando moltissimo sia a livello individuale, ma soprattutto per la squadra.

Gyasi e Verde sono abituati a giocare anche a piedi invertiti, mi piace cambiare anche perché oggi giocando contro una difesa a quattro Verde ha potuto essere pericoloso così come Gyasi dall’altra parte. In più, loro hanno una certa libertà in campo per capire e gestire alla perfezione le situazioni e nel caso invertirsi in autonomia.

Kiwior davanti alla difesa dà alla squadra più equilibrio e stabilità. È un ragazzo molto disponibile che si allena bene da diverso tempo. Lui a centrocampo si trova bene, è un ragazzo intelligente che lavora tantissimo e dimostra molto altruismo verso i compagni e il ruolo che sta ricoprendo non è facile, ma sta dimostrando di poterlo gestire con grande stile.

I due rigori che ci sono stati concessi erano corretti, credo che questa sera tutte e tre le squadre che sono scese in campo abbiano giocato un’ottima partita: la nostra, la Salernitana, e quella arbitrale. Credo che il pareggio sia stato un risultato meritato, sia per quanto riguarda le occasioni sia per il modo di giocare e di lottare fino alla fine, penso che sia giusto così.

La decisione su chi dovesse battere i rigori è stata presa in autonomia dai ragazzi, sono loro ad essere in campo e a percepire le sensazioni della partita. Abbiamo diversi rigoristi in squadra, oggi sono stati i primi due rigori assegnati in questo campionato e sono contento che siano andati bene e che i ragazzi abbiano ascoltato le loro sensazioni.

Abbiamo appena concluso una partita impegnativa contro un’avversaria diretta, abbiamo guadagnato un punto in classifica, adesso ci concediamo un giorno di riposo, ma poi prepareremo subito la prossima sfida che sarà importante come tutte le altre che abbiamo affrontato e che affronteremo da qui alla fine del campionato. Continueremo a lavorare a testa bassa e con umiltà.”

(Foto LaPresse)

www.acspezia.com

Finisce 2-2 la sfida contro la Salernitana grazie ai gol segnati da Manaj e Verde, che permettono alle Aquile di prolungare la scia positiva con un punto prezioso. Le parole di mister Thiago Motta nel post-partita:

“Questo è un punto molto importante guardando il contesto e l’andamento della partita. Abbiamo affrontato una Salernitana con tanti cambiamenti e molto entusiasmo. È stata una prova di carattere, siamo andati in svantaggio due volte, ma siamo riusciti a tornare in partita. Verde dopo che è uscito non ha smesso un attimo di incitare i compagni; sia lui che i ragazzi che erano in panchina sanno di essere importanti per la squadra e cercano sempre di dare una mano, sono soddisfatto del gruppo e del legame che si è creato.

Preparare questa partita è stato diverso rispetto al solito perché non sapevamo quali giocatori avrebbe schierato la Salernitana, ma noi abbiamo il nostro modo di giocare, sappiamo quali sono gli spazi da occupare, quindi, ci siamo allenati e abbiamo lavorato come abbiamo sempre fatto.

Se giocatori come Kiwior e Manaj stanno facendo bene è tutto merito loro, noi possiamo proporre, cercare di tirare fuori il meglio, ma alla fine dipende tutto da loro. Entrambi sono giocatori che si stanno impegnando moltissimo sia a livello individuale, ma soprattutto per la squadra.

Gyasi e Verde sono abituati a giocare anche a piedi invertiti, mi piace cambiare anche perché oggi giocando contro una difesa a quattro Verde ha potuto essere pericoloso così come Gyasi dall’altra parte. In più, loro hanno una certa libertà in campo per capire e gestire alla perfezione le situazioni e nel caso invertirsi in autonomia.

Kiwior davanti alla difesa dà alla squadra più equilibrio e stabilità. È un ragazzo molto disponibile che si allena bene da diverso tempo. Lui a centrocampo si trova bene, è un ragazzo intelligente che lavora tantissimo e dimostra molto altruismo verso i compagni e il ruolo che sta ricoprendo non è facile, ma sta dimostrando di poterlo gestire con grande stile.

I due rigori che ci sono stati concessi erano corretti, credo che questa sera tutte e tre le squadre che sono scese in campo abbiano giocato un’ottima partita: la nostra, la Salernitana, e quella arbitrale. Credo che il pareggio sia stato un risultato meritato, sia per quanto riguarda le occasioni sia per il modo di giocare e di lottare fino alla fine, penso che sia giusto così.

La decisione su chi dovesse battere i rigori è stata presa in autonomia dai ragazzi, sono loro ad essere in campo e a percepire le sensazioni della partita. Abbiamo diversi rigoristi in squadra, oggi sono stati i primi due rigori assegnati in questo campionato e sono contento che siano andati bene e che i ragazzi abbiano ascoltato le loro sensazioni.

Abbiamo appena concluso una partita impegnativa contro un’avversaria diretta, abbiamo guadagnato un punto in classifica, adesso ci concediamo un giorno di riposo, ma poi prepareremo subito la prossima sfida che sarà importante come tutte le altre che abbiamo affrontato e che affronteremo da qui alla fine del campionato. Continueremo a lavorare a testa bassa e con umiltà.”

(Foto LaPresse)

www.acspezia.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.