Lega dei Campioni: Biglietti SL Benfica – Juventus FC, 2022-10-25, Estadio da Luz (Stadio dello Sport di Lisbona e Benfica), Lisbona, Portogallo

Champions League: SL Benfica – Juventus FC Biglietti
Mar.tedì, 25 Ott. 2022. Estadio da Luz (Stadio dello Sport di Lisbona e Benfica) , Lisbona, Portogallo

Sports, Biglietti per La Lega dei Campioni Fase a gironi 2022-2023
Fase a gironi della Champions League.

Squadra di casa: SL Benfica
Squadra in trasferta: Juventus FC

⚽️  Partita di calcio della Champions League: SL Benfica – Juventus FC
Data: 2022-10-25
Stadio: Estadio da Luz (Stadio dello Sport di Lisbona e Benfica)
Città: Lisbona
Paese: Portogallo

👉 2022-10-25, SL Benfica – Juventus FC

Acquista i biglietti per la Champions League. Biglietti per le partite di calcio della Lega dei Campioni
Biglietti più richiesti per UEFA Champions

Categorie: Biglietti Calcio, Biglietti Champions League, Biglietti Lega dei Campioni, Biglietti UEFA Champions League, Biglietti SL Benfica, Biglietti Juventus FC

Lega dei Campioni: Biglietti Juventus FC – Paris SG, 2022-11-02, Stadio della Juventus, Torino, Italia

Champions League: Juventus FC – Paris SG Biglietti
Mercoledì, 02 Nov.. 2022. Stadio della Juventus, Torino, Italia

Sports, Biglietti per La Lega dei Campioni Fase a gironi 2022-2023
Fase a gironi della Champions League.

Squadra di casa: Juventus FC
Squadra in trasferta: Paris SG

⚽️  Partita di calcio della Champions League: Juventus FC – Paris SG
Data: 2022-11-02
Stadio: Stadio della Juventus
Città: Torino
Paese: Italia

👉 2022-11-02, Juventus FC – Paris SG

Acquista i biglietti per la Champions League. Biglietti per le partite di calcio della Lega dei Campioni
Biglietti più richiesti per UEFA Champions

Categorie: Biglietti Calcio, Biglietti Champions League, Biglietti Lega dei Campioni, Biglietti UEFA Champions League, Biglietti Juventus FC, Biglietti Paris SG

Serie A: Biglietti Juventus FC – SS Lazio, 2022-11-13, Stadio della Juventus, Torino, Italia

Serie A: Juventus FC – SS Lazio Biglietti
Domenica, 13 Nov.. 2022. Stadio della Juventus, Torino, Italia

Squadra di casa:  Juventus FC
Squadra in trasferta:  SS Lazio

⚽️  Serie A Partita di calcio: Juventus FC – SS Lazio
🗓️  Data: 2022-11-13
🏟️  Stadio:  Stadio della Juventus
Città: Torino
🇮🇹  Paese: Italia

👉  Acquista i biglietti per le partite di calcio Italia Serie A TIM – Campionato Italiano di Calcio Serie A
Serie A Partita di Calcio in Italia, I biglietti per la Serie A 2022/2023, Campionato di Calcio di Serie
Biglietti più richiesti per Serie A

 

✅  Categorie:  Biglietti Calcio, Biglietti Calcio in Italia, Biglietti Campionato di Calcio Italiano Serie A, Biglietti Italia Serie A, Biglietti per Eventi, Biglietti per Eventi in Italia, Biglietti Serie A, Biglietti Juventus FC, Biglietti SS Lazio

 

 

Serie A: Biglietti Torino FC – Juventus FC, 2022-10-16, Stadio Olimpico Grande Torino, Torino, Italia

Serie A:  Torino FC – Juventus FC Biglietti
Domenica, 16 Ott. 2022. Stadio Olimpico Grande Torino, Torino, Italia

Squadra di casa:  Torino FC
Squadra in trasferta:  Juventus FC

⚽️  Serie A Partita di calcio: Torino FC – Juventus FC
🗓️  Data: 2022-10-16
🏟️  Stadio:  Stadio Olimpico Grande Torino
Città: Torino
🇮🇹  Paese: Italia

👉  Acquista i biglietti per le partite di calcio Italia Serie A TIM – Campionato Italiano di Calcio Serie A
Serie A Partita di Calcio in Italia, I biglietti per la Serie A 2022/2023, Campionato di Calcio di Serie
Biglietti più richiesti per Serie A

 

✅  Categorie:  Biglietti Calcio, Biglietti Calcio in Italia, Biglietti Campionato di Calcio Italiano Serie A, Biglietti Italia Serie A, Biglietti per Eventi, Biglietti per Eventi in Italia, Biglietti Serie A, Biglietti Torino FC, Biglietti Juventus FC

 

 

Serie A:  Hellas Verona – Juventus FC Biglietti, Mercoledì, 09 Novembre 2022. Stadio Marc’Antonio Bentegodi, Verona, Italia

Serie A:  Hellas Verona – Juventus FC Biglietti,
Mercoledì, 09 Novembre 2022. Stadio Marc’Antonio Bentegodi, Verona, Italia

Squadra di casa:  Hellas Verona
Squadra in trasferta:  Juventus FC

⚽️  Serie A Partita di calcioHellas Verona – Juventus FC
🗓️  Data: 2022-11-09
🏟️  Stadio:  Stadio Marc’Antonio Bentegodi
Città: Verona
🇮🇹  Paese: Italia

👉  Acquista i biglietti per le partite di calcio Italia Serie A TIM – Campionato Italiano di Calcio Serie A
Serie A Partita di Calcio in Italia, I biglietti per la Serie A 2022/2023, Campionato di Calcio di Serie
Biglietti più richiesti per Serie A

 

✅  Categorie:  Biglietti Calcio, Biglietti Calcio in Italia, Biglietti Campionato di Calcio Italiano Serie A, Biglietti Italia Serie A, Biglietti per Eventi, Biglietti per Eventi in Italia, Biglietti Serie A, Biglietti Juventus FC, Biglietti SS Lazio

 

 

Serie A: Biglietti Juventus FC – SS Lazio, 2022-11-13, Stadio della Juventus, Torino, Italia

Serie A:  Juventus FC – SS Lazio Biglietti
Domenica, 13 Nov.. 2022. Stadio della Juventus, Torino, Italia

Squadra di casa:  Juventus FC
Squadra in trasferta:  SS Lazio

⚽️  Serie A Partita di calcio: Juventus FC – SS Lazio
🗓️  Data: 2022-11-13
🏟️  Stadio:  Stadio della Juventus
Città: Torino
🇮🇹  Paese: Italia

👉  Acquista i biglietti per le partite di calcio Italia Serie A TIM – Campionato Italiano di Calcio Serie A
Serie A Partita di Calcio in Italia, I biglietti per la Serie A 2022/2023, Campionato di Calcio di Serie
Biglietti più richiesti per Serie A

 

✅  Categorie:  Biglietti Calcio, Biglietti Calcio in Italia, Biglietti Campionato di Calcio Italiano Serie A, Biglietti Italia Serie A, Biglietti per Eventi, Biglietti per Eventi in Italia, Biglietti Serie A, Biglietti Juventus FC, Biglietti SS Lazio

 

 

Serie A: Biglietti Juventus FC – Empoli FC, 2022-10-23, Stadio della Juventus, Torino, Italia

Serie A:  Juventus FC – Empoli FC Biglietti
Domenica, 23 Ott. 2022. Stadio della Juventus, Torino, Italia

Squadra di casa:  Juventus FC
Squadra in trasferta:  Empoli FC

⚽️  Serie A Partita di calcio: Juventus FC – Empoli FC
🗓️  Data: 2022-10-23
🏟️  Stadio:  Stadio della Juventus
Città: Torino
🇮🇹  Paese: Italia

👉  Acquista i biglietti per le partite di calcio Italia Serie A TIM – Campionato Italiano di Calcio Serie A
Serie A Partita di Calcio in Italia, I biglietti per la Serie A 2022/2023, Campionato di Calcio di Serie
Biglietti più richiesti per Serie A

 

✅  Categorie:  Biglietti Calcio, Biglietti Calcio in Italia, Biglietti Campionato di Calcio Italiano Serie A, Biglietti Italia Serie A, Biglietti per Eventi, Biglietti per Eventi in Italia, Biglietti Serie A, Biglietti Juventus FC, Biglietti Empoli FC

 

 

APPROVATE LE LINEE GUIDA PER I DIRITTI AV 2024-2027

CASINI: “Passaggio importante per il futuro dei diritti audiovisivi”

Si è svolta oggi pomeriggio, nella sede di Via Rosellini, con la partecipazione di tutte le Associate, l’Assemblea della Lega Serie A.

Le Società hanno approvato, all’unanimità, le Linee Guida per la commercializzazione centralizzata dei diritti audiovisivi del triennio 2024/2027, primo passo dell’iter che ora prevede l’invio delle stesse alle Autorità.

“E’ un passaggio importante, che permetterà alla Lega Serie A di avviare concretamente le operazioni per il prossimo periodo, dopo il 2024 – ha dichiarato il Presidente Lorenzo Casini -. Ringrazio l’AD De Siervo e tutta la struttura per questa anticipazione rispetto agli anni passati. Le Linee Guida tengono conto anche della modifica legislativa intervenuta qualche mese fa, con cui è stata liberalizzata la commercializzazione dei diritti AV all’estero”.

CASINI: “Passaggio importante per il futuro dei diritti audiovisivi”

Si è svolta oggi pomeriggio, nella sede di Via Rosellini, con la partecipazione di tutte le Associate, l’Assemblea della Lega Serie A.

Le Società hanno approvato, all’unanimità, le Linee Guida per la commercializzazione centralizzata dei diritti audiovisivi del triennio 2024/2027, primo passo dell’iter che ora prevede l’invio delle stesse alle Autorità.

“E’ un passaggio importante, che permetterà alla Lega Serie A di avviare concretamente le operazioni per il prossimo periodo, dopo il 2024 – ha dichiarato il Presidente Lorenzo Casini -. Ringrazio l’AD De Siervo e tutta la struttura per questa anticipazione rispetto agli anni passati. Le Linee Guida tengono conto anche della modifica legislativa intervenuta qualche mese fa, con cui è stata liberalizzata la commercializzazione dei diritti AV all’estero”.

SERIE A TIM – LE DESIGNAZIONI ARBITRALI DELL’8ª GIORNATA

Sono stati resi noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali, dei V.A.R. e degli A.V.A.R, che dirigeranno le gare dell’8ª Giornata della Serie A TIM 2022/2023.

CLICCA QUI per conoscere tutte le designazioni.

(Foto LaPresse)

Sono stati resi noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali, dei V.A.R. e degli A.V.A.R, che dirigeranno le gare dell’8ª Giornata della Serie A TIM 2022/2023.

CLICCA QUI per conoscere tutte le designazioni.

(Foto LaPresse)

L’UDINESE CONFERMA IL SUO IMPEGNO PER L’AMBIENTE AL WORLD FOOTBALL SUMMIT

L’attenzione all’ambiente e la green policy di Udinese Calcio continuano a trovare riscontro sui massimi palcoscenici internazionali. Il nostro Club, infatti, ha partecipato, nell’ambito del World Football Summit, meeting di rilevanza mondiale dedicato agli stakeholders del calcio globale, ad un panel incentrato sui prossimi passi da compiere per rendere il mondo del calcio sempre più ecosostenibile.
Una partecipazione prestigiosa per riaffermare la centralità di un valore, quello dell’ecosostenibilità, centrale per l’Udinese. A Siviglia, infatti, Magda Pozzo ha illustrato le numerose attività e progetti portati avanti dal Club a favore dell’ambiente, coinvolgendo e sensibilizzando anche tutti i partner in questa mission.
L’Udinese, infatti, ha avviato da tempo una green policy internasensibilizzando i propri tesserati e dipendenti sul tema e, inoltre, ha aderito (tra i primi Club italiani a farlo) al programma delle Nazioni Unite “Sport for Climate Action”. Al tempo stesso, il Club ha insistito particolarmente con i propri partner per avviare progetti green concreti stimolando anche l’attuazione di un protocollo comune .
A partire da Macron che, da tre anni, realizza le divise da gioco con tessuto ecosostenibile ricavato da bottigliette di plastica PET riciclata (primo club di calcio Macron al mondo a farlo nel 2020) son 344.580 bottigliette in PET da ½ litro riciclate da inizio progetto .
Anche Bluenergy, inoltre, fornisce alla Dacia Arena esclusivamente energia da fonti rinnovabili e a zero emissioni di Co2 (in totale sono state risparmiate oltre 2.250 tonnellate di Co2). Senza dimenticare Dacia che utilizza il 20% di materiali riciclati per la composizionedelle sue auto. Lo stesso vale per Dinamica Miko, main sponsor della Primavera, che produce tessuti per interni di auto realizzati completamente in plastica riciclata, con un processo di produzione eco-friendly, oltre ad avere un bosco di proprietà nella zona a sud di Udine e per Goccia di Carnia che fornisce a Udinese Calcio fornire al Club solamente bottiglie prodotte con 100% PET riciclato.

“E’ stato un grande onore rappresentare al World Football il nostro Club e i nostri partner senza il cui supporto non sarebbe possibile ribadire il nostro impegno per l’ecosostenibilità – sottolinea Magda Pozzo –  Si tratta, infatti, della sfida più importante che attende il calcio da qui ai prossimi dieci anni. Come Udinese abbiamo ribadito la nostra centralità e i nostri sforzi anche a livello internazionale per quella che per noi è una vera e propria missione condivisa con i nostri partner, autentico motore di questo progetto. Siamo fieri di trasmettere questo valore a tutti loro e di poter proseguire, concretamente e insieme, il nostro percorso green anche sulla strada tracciata anche dalla UEFA per un calcio sempre più sostenibile, come rimarcato nel progetto delle 4R (Reduce, Reuse, Recycle, Recover) che già attuiamo e attueremo sempre di più, nel solco anche della collaborazione tra UEFA e Lega Serie A in merito alla Strategia per la Sostenibilità Calcistica 2030”.

(Foto Udinese Calcio)

www.udinese.it

L’attenzione all’ambiente e la green policy di Udinese Calcio continuano a trovare riscontro sui massimi palcoscenici internazionali. Il nostro Club, infatti, ha partecipato, nell’ambito del World Football Summit, meeting di rilevanza mondiale dedicato agli stakeholders del calcio globale, ad un panel incentrato sui prossimi passi da compiere per rendere il mondo del calcio sempre più ecosostenibile.
Una partecipazione prestigiosa per riaffermare la centralità di un valore, quello dell’ecosostenibilità, centrale per l’Udinese. A Siviglia, infatti, Magda Pozzo ha illustrato le numerose attività e progetti portati avanti dal Club a favore dell’ambiente, coinvolgendo e sensibilizzando anche tutti i partner in questa mission.
L’Udinese, infatti, ha avviato da tempo una green policy internasensibilizzando i propri tesserati e dipendenti sul tema e, inoltre, ha aderito (tra i primi Club italiani a farlo) al programma delle Nazioni Unite “Sport for Climate Action”. Al tempo stesso, il Club ha insistito particolarmente con i propri partner per avviare progetti green concreti stimolando anche l’attuazione di un protocollo comune .
A partire da Macron che, da tre anni, realizza le divise da gioco con tessuto ecosostenibile ricavato da bottigliette di plastica PET riciclata (primo club di calcio Macron al mondo a farlo nel 2020) son 344.580 bottigliette in PET da ½ litro riciclate da inizio progetto .
Anche Bluenergy, inoltre, fornisce alla Dacia Arena esclusivamente energia da fonti rinnovabili e a zero emissioni di Co2 (in totale sono state risparmiate oltre 2.250 tonnellate di Co2). Senza dimenticare Dacia che utilizza il 20% di materiali riciclati per la composizionedelle sue auto. Lo stesso vale per Dinamica Miko, main sponsor della Primavera, che produce tessuti per interni di auto realizzati completamente in plastica riciclata, con un processo di produzione eco-friendly, oltre ad avere un bosco di proprietà nella zona a sud di Udine e per Goccia di Carnia che fornisce a Udinese Calcio fornire al Club solamente bottiglie prodotte con 100% PET riciclato.

“E’ stato un grande onore rappresentare al World Football il nostro Club e i nostri partner senza il cui supporto non sarebbe possibile ribadire il nostro impegno per l’ecosostenibilità – sottolinea Magda Pozzo –  Si tratta, infatti, della sfida più importante che attende il calcio da qui ai prossimi dieci anni. Come Udinese abbiamo ribadito la nostra centralità e i nostri sforzi anche a livello internazionale per quella che per noi è una vera e propria missione condivisa con i nostri partner, autentico motore di questo progetto. Siamo fieri di trasmettere questo valore a tutti loro e di poter proseguire, concretamente e insieme, il nostro percorso green anche sulla strada tracciata anche dalla UEFA per un calcio sempre più sostenibile, come rimarcato nel progetto delle 4R (Reduce, Reuse, Recycle, Recover) che già attuiamo e attueremo sempre di più, nel solco anche della collaborazione tra UEFA e Lega Serie A in merito alla Strategia per la Sostenibilità Calcistica 2030”.

(Foto Udinese Calcio)

www.udinese.it

CURIOSITÀ STATISTICHE – 8ª GIORNATA SERIE A TIM

Sono disponibili, nella sezione “Documenti” del nostro sito, le curiosità statistiche sulle gare delL’8ª Giornata della Serie A TIM 2022/2023.

Clicca QUI per leggere tutti gli approfondimenti elaborati da EMG Italy sulla base dei dati statistici raccolti da Stats Perform per Lega Serie A.

(Foto LaPresse)

Sono disponibili, nella sezione “Documenti” del nostro sito, le curiosità statistiche sulle gare delL’8ª Giornata della Serie A TIM 2022/2023.

Clicca QUI per leggere tutti gli approfondimenti elaborati da EMG Italy sulla base dei dati statistici raccolti da Stats Perform per Lega Serie A.

(Foto LaPresse)

IERI ALLO STADIO OLIMPICO DI ROMA LA COMMISSIONE MARKETING DI LEGA SERIE A

Si è tenuta ieri nella splendida cornice dello Stadio Olimpico di Roma la Commissione Marketing di Lega Serie A che ha visto riuniti tutti i Direttori Marketing dei 20 Club.

In un contesto già impreziosito dal Social Football Summit che ha preso il via proprio nella giornata di ieri nell’impianto romano, la Direzione Commerciale & Marketing di Lega Serie A ha presentato, assieme ai partner, i dati di audience domestiche e internazionali della stagione 2021/2022 e si è confrontata con i rappresentanti delle 20 squadre di Serie A sulle strategie future.

Spazio anche per OneFootball che ha presentato il primo report relativo alla novità degli Official Serie A Video Moments che da questa stagione sono acquistabili da tutti gli appassionati della Serie A.

Si è tenuta ieri nella splendida cornice dello Stadio Olimpico di Roma la Commissione Marketing di Lega Serie A che ha visto riuniti tutti i Direttori Marketing dei 20 Club.

In un contesto già impreziosito dal Social Football Summit che ha preso il via proprio nella giornata di ieri nell’impianto romano, la Direzione Commerciale & Marketing di Lega Serie A ha presentato, assieme ai partner, i dati di audience domestiche e internazionali della stagione 2021/2022 e si è confrontata con i rappresentanti delle 20 squadre di Serie A sulle strategie future.

Spazio anche per OneFootball che ha presentato il primo report relativo alla novità degli Official Serie A Video Moments che da questa stagione sono acquistabili da tutti gli appassionati della Serie A.

DEPAOLI: “FELICE DI ESSERE TORNATO”

Le principali dichiarazioni del nuovo difensore dell’Hellas Verona, Fabio Depaoli, in occasione della sua presentazione ufficiale alla stampa tenutasi oggi, mercoledì 28 settembre.

Come hai vissuto questo ritorno a Verona? “Fin dall’inizio la mia intenzione era quella di tornare qui da subito, e in realtà con la testa non sono mai andato via da Verona. Lavoro ogni giorno duramente perché la mia intenzione è quella di convincere la società a riscattarmi, per poi poter restare qui a lungo. Il gruppo mi ha trasmesso grande entusiasmo quest’anno come era stato l’anno scorso: io sono qui per dare il mio contributo alla squadra”.

Sei un esterno che può giocare sia a destra che a sinistra, ma anche come interno di centrocampo… “Sì penso di poter fare più ruoli: sono abituato a giocare come esterno, ma in passato ho fatto anche l’interno, è un ruolo che mi piace interpretare. In ogni caso giocherò senza problemi in qualsiasi ruolo il mister mi chiederà di giocare”.

Quest’anno hai trovato molta concorrenza nel tuo ruolo… “Penso sia un fattore positivo, fa alzare il livello dell’allenamento, della competizione e di conseguenza penso faccia sempre bene a tutti. Ognuno sa che deve dare il massimo per conquistarsi un posto da titolare la domenica: gioca chi si allena meglio”.

È cambiato qualcosa nel modo di giocare quest’anno? “No, giochiamo sempre a uomo anche se alcuni interpreti sono cambiati. Il gruppo dell’anno scorso è rodato e quest’anno si sono aggiunti dei giovani di qualità che ci aiuteranno, anche se avranno necessariamente bisogno di tempo per adeguarsi. Il gruppo è sano, unito, formato da persone che lavorano sempre dando il massimo e che seguono il mister”.

Che analogie hai trovato tra mister Cioffi e Tudor? “Penso ce ne siano molte: sono due grandi motivatori che sanno leggere bene le partite in corsa e che durante la settimana ci fanno lavorare duramente in allenamento”.

Come avete sfruttato la sosta? “Ci è servita molto, abbiamo lavorato tanto pensando a migliorarci di giorno in giorno: sinceramente penso sia stata quasi come un ritiro”.

Il prossimo impegno sarà contro l’Udinese… “Credo che in questo momento sia la squadra più in forma del campionato. Ci aspetta una partita difficile, ma noi saremo tosti, aggressivi e avremo il nostro pubblico a sostenerci. Saremo pronti a metterli in difficoltà col nostro gioco”.

(Foto LaPresse)

www.hellasverona.it

Le principali dichiarazioni del nuovo difensore dell’Hellas Verona, Fabio Depaoli, in occasione della sua presentazione ufficiale alla stampa tenutasi oggi, mercoledì 28 settembre.

Come hai vissuto questo ritorno a Verona? “Fin dall’inizio la mia intenzione era quella di tornare qui da subito, e in realtà con la testa non sono mai andato via da Verona. Lavoro ogni giorno duramente perché la mia intenzione è quella di convincere la società a riscattarmi, per poi poter restare qui a lungo. Il gruppo mi ha trasmesso grande entusiasmo quest’anno come era stato l’anno scorso: io sono qui per dare il mio contributo alla squadra”.

Sei un esterno che può giocare sia a destra che a sinistra, ma anche come interno di centrocampo… “Sì penso di poter fare più ruoli: sono abituato a giocare come esterno, ma in passato ho fatto anche l’interno, è un ruolo che mi piace interpretare. In ogni caso giocherò senza problemi in qualsiasi ruolo il mister mi chiederà di giocare”.

Quest’anno hai trovato molta concorrenza nel tuo ruolo… “Penso sia un fattore positivo, fa alzare il livello dell’allenamento, della competizione e di conseguenza penso faccia sempre bene a tutti. Ognuno sa che deve dare il massimo per conquistarsi un posto da titolare la domenica: gioca chi si allena meglio”.

È cambiato qualcosa nel modo di giocare quest’anno? “No, giochiamo sempre a uomo anche se alcuni interpreti sono cambiati. Il gruppo dell’anno scorso è rodato e quest’anno si sono aggiunti dei giovani di qualità che ci aiuteranno, anche se avranno necessariamente bisogno di tempo per adeguarsi. Il gruppo è sano, unito, formato da persone che lavorano sempre dando il massimo e che seguono il mister”.

Che analogie hai trovato tra mister Cioffi e Tudor? “Penso ce ne siano molte: sono due grandi motivatori che sanno leggere bene le partite in corsa e che durante la settimana ci fanno lavorare duramente in allenamento”.

Come avete sfruttato la sosta? “Ci è servita molto, abbiamo lavorato tanto pensando a migliorarci di giorno in giorno: sinceramente penso sia stata quasi come un ritiro”.

Il prossimo impegno sarà contro l’Udinese… “Credo che in questo momento sia la squadra più in forma del campionato. Ci aspetta una partita difficile, ma noi saremo tosti, aggressivi e avremo il nostro pubblico a sostenerci. Saremo pronti a metterli in difficoltà col nostro gioco”.

(Foto LaPresse)

www.hellasverona.it

TANTI AUGURI A…

Compiono gli anni oggi Luis Alberto, centrocampista della Lazio, nato a San José del Valle (Spagna) nel 1992 e Thorir Helgason, centrocampista del Lecce, nato a Hafnarfjordur (Islanda) nel 2000.

(Foto LaPresse)

Compiono gli anni oggi Luis Alberto, centrocampista della Lazio, nato a San José del Valle (Spagna) nel 1992 e Thorir Helgason, centrocampista del Lecce, nato a Hafnarfjordur (Islanda) nel 2000.

(Foto LaPresse)

CASINI: “CHIEDIAMO AL GOVERNO DI CONVOCARE LA CABINA DI REGIA SULLE INFRASTRUTTURE”

“Chiediamo al governo che venga convocata di nuovo la cabina di regia creata dalla Vezzali sulle infrastrutture. Come Lega Serie A ci aspettiamo che il nuovo esecutivo, come in parte ha fatto il precedente, riconosca l’importanza del calcio professionistico, un settore fondamentale dell’economia del Paese”, ha dichiarato il Presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, in occasione del suo intervento al Social Football Summit 2022.

“La cosa importante è che ci sia un Ministro dello Sport e che possa partecipare al Consiglio dei Ministri insieme agli altri. Con portafoglio? Significherebbe avere delle risorse e in quel caso andrebbero capite quali. È un ragionamento che poi va incluso nel discorso dell’autonomia del Coni, sancita dalla carta olimpica”, ha sottolineato Casini.

“Il calcio di oggi ha tre problemi: di risorse, di infrastrutture e culturale. Quest’ultimo comprende tanti aspetti. Sul fronte economico-finanziario bisogna cercare ulteriori ricavi e la Serie A lo sta facendo all’estero, ad esempio con la liberalizzazione della commercializzazione dei diritti tv e sul tema delle nuove tecnologie – ha aggiunto Casini -. L’audience? La platea dei giovani non è così coinvolta e questa impone modifiche rispetto all’offerta. Penso all’ascolto dei dialoghi degli arbitri della Var”.

“C’è poi il tema delle infrastrutture che nasce da lontano. La Lega Serie A ha nominato un consulente dedicato e si stanno presentando dei dossier squadra per squadra. Poi la politica deve dare una mano, mettendosi al tavolo e applicando le norme, che ci sono, nel modo più rapido”, ha evidenziato Casini. “La sottosegretaria Vezzali poco prima della crisi di governo ha creato una cabina di regia sulle infrastrutture nel calcio che non è stata ancora attivata, dove c’è la partecipazione della Federazione, delle Leghe e delle amministrazioni comunali coinvolte”.

“Il tema culturale? Il calcio e la Serie A non fanno abbastanza per trasmettere il valore dello sport ai più piccoli. Noi abbiamo siglato un accordo con il Ministero dell’Istruzione per questo. Molti bambini non hanno più accesso alle scuole calcio, così si penalizza dove c’è il talento, rischiamo di avere talenti che non riescono ad emergere”, ha concluso il Presidente Casini.

“Chiediamo al governo che venga convocata di nuovo la cabina di regia creata dalla Vezzali sulle infrastrutture. Come Lega Serie A ci aspettiamo che il nuovo esecutivo, come in parte ha fatto il precedente, riconosca l’importanza del calcio professionistico, un settore fondamentale dell’economia del Paese”, ha dichiarato il Presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, in occasione del suo intervento al Social Football Summit 2022.

“La cosa importante è che ci sia un Ministro dello Sport e che possa partecipare al Consiglio dei Ministri insieme agli altri. Con portafoglio? Significherebbe avere delle risorse e in quel caso andrebbero capite quali. È un ragionamento che poi va incluso nel discorso dell’autonomia del Coni, sancita dalla carta olimpica”, ha sottolineato Casini.

“Il calcio di oggi ha tre problemi: di risorse, di infrastrutture e culturale. Quest’ultimo comprende tanti aspetti. Sul fronte economico-finanziario bisogna cercare ulteriori ricavi e la Serie A lo sta facendo all’estero, ad esempio con la liberalizzazione della commercializzazione dei diritti tv e sul tema delle nuove tecnologie – ha aggiunto Casini -. L’audience? La platea dei giovani non è così coinvolta e questa impone modifiche rispetto all’offerta. Penso all’ascolto dei dialoghi degli arbitri della Var”.

“C’è poi il tema delle infrastrutture che nasce da lontano. La Lega Serie A ha nominato un consulente dedicato e si stanno presentando dei dossier squadra per squadra. Poi la politica deve dare una mano, mettendosi al tavolo e applicando le norme, che ci sono, nel modo più rapido”, ha evidenziato Casini. “La sottosegretaria Vezzali poco prima della crisi di governo ha creato una cabina di regia sulle infrastrutture nel calcio che non è stata ancora attivata, dove c’è la partecipazione della Federazione, delle Leghe e delle amministrazioni comunali coinvolte”.

“Il tema culturale? Il calcio e la Serie A non fanno abbastanza per trasmettere il valore dello sport ai più piccoli. Noi abbiamo siglato un accordo con il Ministero dell’Istruzione per questo. Molti bambini non hanno più accesso alle scuole calcio, così si penalizza dove c’è il talento, rischiamo di avere talenti che non riescono ad emergere”, ha concluso il Presidente Casini.

MASINA: “IL GRUPPO E’ LA NOSTRA FORZA”

Adam Masina ora è fermo per un brutto infortunio al ginocchio, ma non si lascia scoraggiare. Ospite della trasmissione “Udinese Tonight”, il laterale ha parlato di questi primi mesi in Friuli.

“Siamo su un buon cammino per il rientro”, sono le prime parole di Masina. L’Udinese è terza a quota 16 punti, uno solo sotto alla coppia Atalanta-Napoli. Un avvio strepitoso. “Speravo che potesse succedere – racconta il jolly difensivo – Io e la mia famiglia siamo partiti da Londra sperando di fare bene al ritorno in Italia. Conoscevo molti giocatori della squadra, altri li ho conosciuti in fretta. Il gruppo è la nostra forza. Non mi aspettavo un inizio così, ma ci speravo”.

Una mentalità su cui il mister, Andrea Sottil, “ha lavorato tanto da inizio stagione, instillandoci il pensiero di potercela giocare con tutti. Quando un allenatore non parte sconfitto ti fa aumentare la fiducia. Si vede quanto Sottil tenga alla squadra e a ogni singolo giocatore. Per me è la base su cui partire”, dice il bianconero. Ma questo non sempre basta. Ci sono poi gli aggiustamenti, le “invenzioni, come Pereyra ibrido, che fanno sì che si crei questa classifica. Non vuol dire che abbiamo raggiunto qualcosa, il campionato è lungo, ma siamo lì. La posizione che raggiungi a fine anno è quella che meriti”.

Mentre scorrono i video delle sue prime gare con la nuova maglia, Masina si concede un istante di emozione. “È quasi commovente vedere le mie immagini in partita. Ero molto contento del mio inizio di stagione, ma – aggiunge, riferendosi all’infortunio al ginocchio – so e accetto che nel calcio queste cose possano succedere. Ora mi concentro sulla fisioterapia per tornare presto e al meglio. Ci sarebbe già un’idea per il rientro, ma stiamo lavorando giorno dopo giorno. Non vogliamo forzarci né porci dei limiti”.

La rottura del crociato destro gli farà saltare il Mondiale con il Marocco. Un fulmine a ciel sereno, a meno di tre mesi dal torneo. Tanto che Masina ammette che “le due settimane post infortunio sono state molto dure. La speranza è l’ultima a morire, ma quando mi hanno comunicato l’esito della risonanza ho capito che non c’era più niente da fare. Purtroppo è andata così. Fortunatamente – specifica il laterale – ho una famiglia accanto che mi ha dato man forte. Dopo qualche giorno sono riuscito a dare una svolta ai miei pensieri e ora sono concentrato sul rientro”.

Le prestazioni dell’Udinese possono solo far felici i tifosi. “Sentiamo entusiasmo. Purtroppo le partite le ho viste dalla tribuna, ma ho visto una curva che canta dall’inizio alla fine della partita. Ne sono rimasto stupito”, ammette. Un coro cui Masina ha potuto, sfortunatamente, prendere parte dopo la gara con la Fiorentina. È stato nel primo tempo del match contro la Viola che il ginocchio ha ceduto. “Ho pensato di primo acchitto alla partita contro la Fiorentina. Spesso quando si arriva a un certo livello di maturazione si pensa giorno dopo giorno. Mi sono detto ‘ok, ho finito la partita’ –racconta il difensore – Nello spogliatoio il dottore mi ha detto di non pensarci fino alla risonanza, poi è arrivata la botta quando mi hanno comunicato i tempi di recupero. La mia testa era focalizzata sulla Fiorentina, non pensavo al dopo. Prima del risultato della risonanza speravo di stare in campo dopo due mesi. Anche se sapevo che era brutta”.

Adesso il bianconero si concede delle camminate a Udine. “Passeggio molto, anche per rientrare meglio!”, dice sorridendo. In chiusura, un tifoso suggerisce per messaggio un soprannome per il giocatore: Animal Adam. “No, no – si scherma Masina, allargando il sorriso – sono un bravo ragazzo”.

(Foto LaPresse)

www.udinese.it

Adam Masina ora è fermo per un brutto infortunio al ginocchio, ma non si lascia scoraggiare. Ospite della trasmissione “Udinese Tonight”, il laterale ha parlato di questi primi mesi in Friuli.

“Siamo su un buon cammino per il rientro”, sono le prime parole di Masina. L’Udinese è terza a quota 16 punti, uno solo sotto alla coppia Atalanta-Napoli. Un avvio strepitoso. “Speravo che potesse succedere – racconta il jolly difensivo – Io e la mia famiglia siamo partiti da Londra sperando di fare bene al ritorno in Italia. Conoscevo molti giocatori della squadra, altri li ho conosciuti in fretta. Il gruppo è la nostra forza. Non mi aspettavo un inizio così, ma ci speravo”.

Una mentalità su cui il mister, Andrea Sottil, “ha lavorato tanto da inizio stagione, instillandoci il pensiero di potercela giocare con tutti. Quando un allenatore non parte sconfitto ti fa aumentare la fiducia. Si vede quanto Sottil tenga alla squadra e a ogni singolo giocatore. Per me è la base su cui partire”, dice il bianconero. Ma questo non sempre basta. Ci sono poi gli aggiustamenti, le “invenzioni, come Pereyra ibrido, che fanno sì che si crei questa classifica. Non vuol dire che abbiamo raggiunto qualcosa, il campionato è lungo, ma siamo lì. La posizione che raggiungi a fine anno è quella che meriti”.

Mentre scorrono i video delle sue prime gare con la nuova maglia, Masina si concede un istante di emozione. “È quasi commovente vedere le mie immagini in partita. Ero molto contento del mio inizio di stagione, ma – aggiunge, riferendosi all’infortunio al ginocchio – so e accetto che nel calcio queste cose possano succedere. Ora mi concentro sulla fisioterapia per tornare presto e al meglio. Ci sarebbe già un’idea per il rientro, ma stiamo lavorando giorno dopo giorno. Non vogliamo forzarci né porci dei limiti”.

La rottura del crociato destro gli farà saltare il Mondiale con il Marocco. Un fulmine a ciel sereno, a meno di tre mesi dal torneo. Tanto che Masina ammette che “le due settimane post infortunio sono state molto dure. La speranza è l’ultima a morire, ma quando mi hanno comunicato l’esito della risonanza ho capito che non c’era più niente da fare. Purtroppo è andata così. Fortunatamente – specifica il laterale – ho una famiglia accanto che mi ha dato man forte. Dopo qualche giorno sono riuscito a dare una svolta ai miei pensieri e ora sono concentrato sul rientro”.

Le prestazioni dell’Udinese possono solo far felici i tifosi. “Sentiamo entusiasmo. Purtroppo le partite le ho viste dalla tribuna, ma ho visto una curva che canta dall’inizio alla fine della partita. Ne sono rimasto stupito”, ammette. Un coro cui Masina ha potuto, sfortunatamente, prendere parte dopo la gara con la Fiorentina. È stato nel primo tempo del match contro la Viola che il ginocchio ha ceduto. “Ho pensato di primo acchitto alla partita contro la Fiorentina. Spesso quando si arriva a un certo livello di maturazione si pensa giorno dopo giorno. Mi sono detto ‘ok, ho finito la partita’ –racconta il difensore – Nello spogliatoio il dottore mi ha detto di non pensarci fino alla risonanza, poi è arrivata la botta quando mi hanno comunicato i tempi di recupero. La mia testa era focalizzata sulla Fiorentina, non pensavo al dopo. Prima del risultato della risonanza speravo di stare in campo dopo due mesi. Anche se sapevo che era brutta”.

Adesso il bianconero si concede delle camminate a Udine. “Passeggio molto, anche per rientrare meglio!”, dice sorridendo. In chiusura, un tifoso suggerisce per messaggio un soprannome per il giocatore: Animal Adam. “No, no – si scherma Masina, allargando il sorriso – sono un bravo ragazzo”.

(Foto LaPresse)

www.udinese.it

L’INTERVISTA DELL’AD LUIGI DE SIERVO AL SOCIAL FOOTBALL SUMMIT 2022

Questa mattina l’Amministratore Delegato della Lega Serie A, Luigi De Siervo, è stato intervistato da Riccardo Trevisani sul palco del Social Football Summit 2022 in corso a Roma. Di seguito alcuni passaggi del suo intervento:

SUGLI STADI:
“Se vogliamo ospitare degnamente gli Europei di calcio, o qualcosa di più, dobbiamo prima avere gli stadi. Si è persa l’occasione quando eravamo in cima al mondo di affermarci come leader di mercato. Questo lo paghiamo oggi. C’è un problema infrastrutturale e quando diciamo di portare i grandi eventi in Italia per avere gli stadi sbagliamo, dev’essere il contrario. In questo Paese dobbiamo chiedere al Governo di nominare un Commissario agli stadi, solo così si potrà superare l’ostacolo burocratico. Dobbiamo chiedere con forza non solo aiuti, ma di dotarci degli strumenti giusti. Alla politica, come detto dal CONI, dico di guardare allo sport, perché in questo nuovo Governo serve un ministero dotato di portafoglio”.

SULLA CREAZIONE DELLA MEDIA COMPANY:
“Se ne parla spesso, ma noi l’abbiamo già realizzata. Siamo in grado di produrre, di realizzare grafiche, e il prodotto Serie A negli ultimi anni è cresciuto tantissimo grazie a un lavoro a 360 gradi che va oltre il campo”.

SUL CONFRONTO CON LE ALTRE LEGHE EUROPEE:
“Inutile dire che non abbiamo i ricavi della Liga o della Premier League, dobbiamo avere gli strumenti per arrivare a quei livelli. Per colmare il gap nei ricavi serve supporto nella costruzione degli stadi e nel contrastare la pirateria che ha fatto danni per oltre 1 miliardo negli ultimi 3 anni. Avete idea di quanti talenti avremmo potuto trattenere nel nostro Campionato o prenderne di nuovi? Tutti dobbiamo farci portavoce di questo messaggio”.

SULLA VENDITA DEI DIRITTI TV PER IL TRIENNIO 2024/2027:
“Vorremmo dare un segnale di maturità assegnandoli entro la fine di questa stagione. Sarebbe un record. Sicuramente dobbiamo fare un passo in avanti, l’audience di pubblico in Italia per la Serie A è di 6 milioni, in Spagna 4. Ma la Liga dal punto di vista dei diritti tv vale di più”.

Questa mattina l’Amministratore Delegato della Lega Serie A, Luigi De Siervo, è stato intervistato da Riccardo Trevisani sul palco del Social Football Summit 2022 in corso a Roma. Di seguito alcuni passaggi del suo intervento:

SUGLI STADI:
“Se vogliamo ospitare degnamente gli Europei di calcio, o qualcosa di più, dobbiamo prima avere gli stadi. Si è persa l’occasione quando eravamo in cima al mondo di affermarci come leader di mercato. Questo lo paghiamo oggi. C’è un problema infrastrutturale e quando diciamo di portare i grandi eventi in Italia per avere gli stadi sbagliamo, dev’essere il contrario. In questo Paese dobbiamo chiedere al Governo di nominare un Commissario agli stadi, solo così si potrà superare l’ostacolo burocratico. Dobbiamo chiedere con forza non solo aiuti, ma di dotarci degli strumenti giusti. Alla politica, come detto dal CONI, dico di guardare allo sport, perché in questo nuovo Governo serve un ministero dotato di portafoglio”.

SULLA CREAZIONE DELLA MEDIA COMPANY:
“Se ne parla spesso, ma noi l’abbiamo già realizzata. Siamo in grado di produrre, di realizzare grafiche, e il prodotto Serie A negli ultimi anni è cresciuto tantissimo grazie a un lavoro a 360 gradi che va oltre il campo”.

SUL CONFRONTO CON LE ALTRE LEGHE EUROPEE:
“Inutile dire che non abbiamo i ricavi della Liga o della Premier League, dobbiamo avere gli strumenti per arrivare a quei livelli. Per colmare il gap nei ricavi serve supporto nella costruzione degli stadi e nel contrastare la pirateria che ha fatto danni per oltre 1 miliardo negli ultimi 3 anni. Avete idea di quanti talenti avremmo potuto trattenere nel nostro Campionato o prenderne di nuovi? Tutti dobbiamo farci portavoce di questo messaggio”.

SULLA VENDITA DEI DIRITTI TV PER IL TRIENNIO 2024/2027:
“Vorremmo dare un segnale di maturità assegnandoli entro la fine di questa stagione. Sarebbe un record. Sicuramente dobbiamo fare un passo in avanti, l’audience di pubblico in Italia per la Serie A è di 6 milioni, in Spagna 4. Ma la Liga dal punto di vista dei diritti tv vale di più”.