ALLEGRI: «A BOLOGNA PER VINCERE»

Seconda trasferta consecutiva in Serie A TIM per la Juventus, che domani (ore 18) è di scena alla stadio Dall’Ara di Bologna ospite della formazione allenata da Sinisa Mihajlovic, match valido per la 18° giornata di campionato. Oggi Mister Allegri ha presentato la sfida nella consueta conferenza stampa della vigilia, partendo però dal grande risultato europeo delle Juventus Women conseguito ieri sera all’Allianz Stadium contro il Servette. «Faccio prima di tutto i complimenti alle nostre ragazze per il passaggio del turno in Champions League, un obiettivo importante. Per quanto riguarda la gara di Bologna, loro vengono da due sconfitte consecutive e giocare lì non è mai semplice. É una partita difficile contro una squadra che ha subito solo un gol da corner, che nei secondi tempi ha realizzato molte reti e questo significa che sta bene sia fisicamente che mentalmente. Dobbiamo fare una prestazione di grande tecnica e lucidità per portare a casa la vittoria. Il nostro è un percorso di crescita di squadra, stiamo lavorando per migliorare. Siamo coscienti che siamo in ritardo in classifica ma abbiamo ancora 21 partite per sistemarla».

COME STA LA SQUADRA
«Dybala domani non sarà a disposizione. A livello di risonanza non è emerso niente, ma non possiamo rischiare, Paulo non si è allenato con la squadra né ieri né oggi. Valuteremo con il Cagliari. I recuperi di Chiesa e Danilo stanno procedendo molto bene ma non ci saranno per le prossime due gare. Chiellini ha qualche acciacco e domani difficilmente ci sarà, mentre Ramsey ha un problema al flessore ed è ancora out. Kulusevski è rientrato ma non ha i 90 minuti nella gambe: l’operazione che ha subito non gli ha permesso di mangiare cose solide ma solo liquide ed ha perso un po’ di peso. Averlo in panchina però sarà già importante».

ESTERNI E ATTACCANTI
«Alex Sandro ha fatto un paio di allenamenti differenziati, vedrò se far giocare lui o Pellegrini a sinistra. Cuadrado? Può giocare sia da terzino che da esterno alto. Devo ancora valutare se davanti partirà Kean o Morata. Kaio Jorge sta crescendo e si sta adattando al campionato italiano e a tutti i nuovi carichi di lavoro».

(Foto LaPresse)

www.juventus.com

Seconda trasferta consecutiva in Serie A TIM per la Juventus, che domani (ore 18) è di scena alla stadio Dall’Ara di Bologna ospite della formazione allenata da Sinisa Mihajlovic, match valido per la 18° giornata di campionato. Oggi Mister Allegri ha presentato la sfida nella consueta conferenza stampa della vigilia, partendo però dal grande risultato europeo delle Juventus Women conseguito ieri sera all’Allianz Stadium contro il Servette. «Faccio prima di tutto i complimenti alle nostre ragazze per il passaggio del turno in Champions League, un obiettivo importante. Per quanto riguarda la gara di Bologna, loro vengono da due sconfitte consecutive e giocare lì non è mai semplice. É una partita difficile contro una squadra che ha subito solo un gol da corner, che nei secondi tempi ha realizzato molte reti e questo significa che sta bene sia fisicamente che mentalmente. Dobbiamo fare una prestazione di grande tecnica e lucidità per portare a casa la vittoria. Il nostro è un percorso di crescita di squadra, stiamo lavorando per migliorare. Siamo coscienti che siamo in ritardo in classifica ma abbiamo ancora 21 partite per sistemarla».

COME STA LA SQUADRA
«Dybala domani non sarà a disposizione. A livello di risonanza non è emerso niente, ma non possiamo rischiare, Paulo non si è allenato con la squadra né ieri né oggi. Valuteremo con il Cagliari. I recuperi di Chiesa e Danilo stanno procedendo molto bene ma non ci saranno per le prossime due gare. Chiellini ha qualche acciacco e domani difficilmente ci sarà, mentre Ramsey ha un problema al flessore ed è ancora out. Kulusevski è rientrato ma non ha i 90 minuti nella gambe: l’operazione che ha subito non gli ha permesso di mangiare cose solide ma solo liquide ed ha perso un po’ di peso. Averlo in panchina però sarà già importante».

ESTERNI E ATTACCANTI
«Alex Sandro ha fatto un paio di allenamenti differenziati, vedrò se far giocare lui o Pellegrini a sinistra. Cuadrado? Può giocare sia da terzino che da esterno alto. Devo ancora valutare se davanti partirà Kean o Morata. Kaio Jorge sta crescendo e si sta adattando al campionato italiano e a tutti i nuovi carichi di lavoro».

(Foto LaPresse)

www.juventus.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.