D’AVERSA: “SODDISFATTO DEI MIEI RAGAZZI”

La Sampdoria va agli ottavi di Coppa Italia Frecciarossa, grazie ad una prestazione molto convincente con il Torino, proprio l’avversaria che un mese e mezzo fa portò Roberto D’Aversa a chiedere al gruppo di resettare e fare un cambio di marcia. Adesso il Doria sembra proprio un’altra squadra. «Sono soddisfatto del risultato e della prestazione dei ragazzi – dice il mister a fine gara -, abbiamo meritato la vittoria. Tutti quelli che fino ad ora hanno giocato meno mi hanno dimostrato che posso fidarmi di loro. Falcone e gli altri si sono fatti trovare pronti, mostrando il loro valore».

Agli incidenti di percorso, i blucerchiati sembrano avere ormai rimediato, come spiega il tecnico abruzzese: «Il nostro campionato è ripartito da Salerno, da allora abbiamo dato continuità, anche grazie al recupero di alcuni giocatori che a lungo sono stati fuori. In Italia, per qualunque obiettivo si giochi, è necessario essere compatti e prendere pochi gol, migliorando la difesa: se facciamo così, possiamo giocarcela con chiunque. Nelle prossime due partite casalinghe, con Venezia e Cagliari, spero che allo stadio possa esserci più pubblico, perché nel derby abbiamo visto quanto sia importante avere con noi i nostri tifosi. Sono passionali e trasmettono la loro passione ai ragazzi quando c’è da fare qualcosa di più. A gennaio andremo a giocarci gli ottavi con la Juventus, detentrice del trofeo».

(Foto LaPresse)

www.sampdoria.it

La Sampdoria va agli ottavi di Coppa Italia Frecciarossa, grazie ad una prestazione molto convincente con il Torino, proprio l’avversaria che un mese e mezzo fa portò Roberto D’Aversa a chiedere al gruppo di resettare e fare un cambio di marcia. Adesso il Doria sembra proprio un’altra squadra. «Sono soddisfatto del risultato e della prestazione dei ragazzi – dice il mister a fine gara -, abbiamo meritato la vittoria. Tutti quelli che fino ad ora hanno giocato meno mi hanno dimostrato che posso fidarmi di loro. Falcone e gli altri si sono fatti trovare pronti, mostrando il loro valore».

Agli incidenti di percorso, i blucerchiati sembrano avere ormai rimediato, come spiega il tecnico abruzzese: «Il nostro campionato è ripartito da Salerno, da allora abbiamo dato continuità, anche grazie al recupero di alcuni giocatori che a lungo sono stati fuori. In Italia, per qualunque obiettivo si giochi, è necessario essere compatti e prendere pochi gol, migliorando la difesa: se facciamo così, possiamo giocarcela con chiunque. Nelle prossime due partite casalinghe, con Venezia e Cagliari, spero che allo stadio possa esserci più pubblico, perché nel derby abbiamo visto quanto sia importante avere con noi i nostri tifosi. Sono passionali e trasmettono la loro passione ai ragazzi quando c’è da fare qualcosa di più. A gennaio andremo a giocarci gli ottavi con la Juventus, detentrice del trofeo».

(Foto LaPresse)

www.sampdoria.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.