LE PAROLE DI MISTER MAZZARRI DOPO IL SUCCESSO CONTRO L’ATALANTA

La prestazione maiuscola con vittoria a Bergamo esalta i rossoblù e Walter Mazzarri, che analizza quanto fatto sul campo parlando dalla pancia del Gewiss Stadium. “Non abbiamo fatto nulla”, frena subito il mister, che però evidenzia le tante note liete. “Siamo sulla buona strada, a Empoli non sarà semplice se non manterremo questo spirito. Continuerò a martellare la squadra, oggi abbiamo sofferto all’inizio poi abbiamo cominciato a fare quello che avevamo preparato: difensori affidabili, le ripartenze di Bellanova e Dalbert, il sacrificio di tutti. Andiamo ad Empoli guardando partita dopo partita, manca tantissimo e non dobbiamo cullarci”.

GIUSTA MENTALITA’
“Tutti fanno il loro lavoro, siamo andati a pressare nel modo giusto avendo capacità di recuperare e ripartire, che da sempre sono caratteristiche delle mie squadre. Per fare questo devi avere calciatori disponibili e con gamba. Con me chi si allena forte gioca, parla il campo e a contare sono solo allenamenti e prestazioni, non i nomi. Ora i ragazzi mi seguono, abbiamo forza ed equilibrio per giocare anche con due punte, perché con questa disponibilità in ogni zona hai la possibilità di variare interpreti e soluzioni”.

LA FORZA DEL COLLETTIVO
“I ragazzi hanno il grande merito della vittoria oggi. Un allenatore lavora con il gruppo per fare il massimo, per costruire qualcosa durante la settimana, ma i calciatori hanno dato applicazione a tutto. Risultato meritato, dobbiamo continuare così. Oggi mancavano tanti elementi (Pavoletti out in extremis per un affaticamento all’adduttore della coscia destra), ma se c’è l’atteggiamento migliore puoi fare qualcosa di importante, sono felice perché adesso siamo una squadra diversa, con un’aria differente da qualche mese fa, i risultati ti ripagano quando il collettivo segue alla lettera ciò che mister e staff propongono”.

NUOVI EQUILIBRI
“In un club, dentro e fuori dal campo, ci vuole grande chiarezza, rispetto dei ruoli da parte di tutti, quando c’è questa coordinazione si vedono i risultati. Il calcio va gestito come un’azienda e le logiche aziendali sono identiche a quelle sportive, se lavori bene poi il campo ti dà ragione. Nel calcio di oggi è fondamentale essere al top a livello atletico e mentale, ci vuole l’attitudine ad ascoltare e imparare, noi oggi abbiamo un gruppo di ragazzi eccezionali che hanno fame e voglia di migliorarsi sempre. Questa è la strada sulla quale continuare a spingere”. 

PRESTAZIONI DI LIVELLO
“Dalbert ha qualità tecniche e caratteristiche fisiche per fare molti ruoli, penso che dentro il campo possa rendere di più avendo meno compiti tattici e difensivi. Sicuramente è un elemento duttile, sul quale lavorare a fondo può dare grossi benefici, credo che possa farci vedere ancora tanto altro. Gaston Pereiro è una mia soddisfazione, doveva solo migliorare in termini di cattiveria, mi sta ripagando alla grande della fiducia che gli ho dato da subito e questi due gol dopo quello al Bologna sono davvero meritati oltre che decisivi. Lovato e Goldaniga ci hanno dato molto dal primo momento, a livello tattico, tecnico e morale.E poi i ragazzi più giovani che si sono inseriti alla grande, Obert oggi è stato straordinario e si merita lo spazio che gli sto dando, Kourfalidis è entrato benissimo e meritava anche il gol in quelle belle incursioni che ha fatto. Parliamo di un gruppo valido sotto tutti i punti di vista, è un piacere lavorare insieme a loro”.

(Foto LaPresse)

www.cagliaricalcio.com

La prestazione maiuscola con vittoria a Bergamo esalta i rossoblù e Walter Mazzarri, che analizza quanto fatto sul campo parlando dalla pancia del Gewiss Stadium. “Non abbiamo fatto nulla”, frena subito il mister, che però evidenzia le tante note liete. “Siamo sulla buona strada, a Empoli non sarà semplice se non manterremo questo spirito. Continuerò a martellare la squadra, oggi abbiamo sofferto all’inizio poi abbiamo cominciato a fare quello che avevamo preparato: difensori affidabili, le ripartenze di Bellanova e Dalbert, il sacrificio di tutti. Andiamo ad Empoli guardando partita dopo partita, manca tantissimo e non dobbiamo cullarci”.

GIUSTA MENTALITA’
“Tutti fanno il loro lavoro, siamo andati a pressare nel modo giusto avendo capacità di recuperare e ripartire, che da sempre sono caratteristiche delle mie squadre. Per fare questo devi avere calciatori disponibili e con gamba. Con me chi si allena forte gioca, parla il campo e a contare sono solo allenamenti e prestazioni, non i nomi. Ora i ragazzi mi seguono, abbiamo forza ed equilibrio per giocare anche con due punte, perché con questa disponibilità in ogni zona hai la possibilità di variare interpreti e soluzioni”.

LA FORZA DEL COLLETTIVO
“I ragazzi hanno il grande merito della vittoria oggi. Un allenatore lavora con il gruppo per fare il massimo, per costruire qualcosa durante la settimana, ma i calciatori hanno dato applicazione a tutto. Risultato meritato, dobbiamo continuare così. Oggi mancavano tanti elementi (Pavoletti out in extremis per un affaticamento all’adduttore della coscia destra), ma se c’è l’atteggiamento migliore puoi fare qualcosa di importante, sono felice perché adesso siamo una squadra diversa, con un’aria differente da qualche mese fa, i risultati ti ripagano quando il collettivo segue alla lettera ciò che mister e staff propongono”.

NUOVI EQUILIBRI
“In un club, dentro e fuori dal campo, ci vuole grande chiarezza, rispetto dei ruoli da parte di tutti, quando c’è questa coordinazione si vedono i risultati. Il calcio va gestito come un’azienda e le logiche aziendali sono identiche a quelle sportive, se lavori bene poi il campo ti dà ragione. Nel calcio di oggi è fondamentale essere al top a livello atletico e mentale, ci vuole l’attitudine ad ascoltare e imparare, noi oggi abbiamo un gruppo di ragazzi eccezionali che hanno fame e voglia di migliorarsi sempre. Questa è la strada sulla quale continuare a spingere”. 

PRESTAZIONI DI LIVELLO
“Dalbert ha qualità tecniche e caratteristiche fisiche per fare molti ruoli, penso che dentro il campo possa rendere di più avendo meno compiti tattici e difensivi. Sicuramente è un elemento duttile, sul quale lavorare a fondo può dare grossi benefici, credo che possa farci vedere ancora tanto altro. Gaston Pereiro è una mia soddisfazione, doveva solo migliorare in termini di cattiveria, mi sta ripagando alla grande della fiducia che gli ho dato da subito e questi due gol dopo quello al Bologna sono davvero meritati oltre che decisivi. Lovato e Goldaniga ci hanno dato molto dal primo momento, a livello tattico, tecnico e morale.E poi i ragazzi più giovani che si sono inseriti alla grande, Obert oggi è stato straordinario e si merita lo spazio che gli sto dando, Kourfalidis è entrato benissimo e meritava anche il gol in quelle belle incursioni che ha fatto. Parliamo di un gruppo valido sotto tutti i punti di vista, è un piacere lavorare insieme a loro”.

(Foto LaPresse)

www.cagliaricalcio.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.