L’INTER VINCE IL CAMPIONATO PRIMAVERA 1 TIMVISION

Al “Mapei Stadium – Città del Tricolore” di Reggio Emilia la Roma e l’Inter si sfidano per la Finale del Campionato Primavera 1 TIMVISION. Ancora una volta in rimonta la formazione allenata da Mister Chivu ribalta la partita e conquista il titolo.

Il primo tempo è molto equilibrato, con le due squadre che dimostrano un’ottima organizzazione difensiva. La prima potenziale occasione della gara la costruisce l’Inter dopo 10 minuti con la discesa sulla destra di Silvestro, pallone in mezzo dove Peschetola controlla e calcia con la punta del piede destro, respinge la difesa giallorossa. Al 22′ calcio d’angolo per la Roma, Vicario stacca più in alto di tutti senza però trovare lo specchio della porta. Al 31′ torna a rendersi pericolosa l’Inter con il cross dalla fascia sinistra di Franco Carboni, Jurgens anticipa in area Vicario, ma il tiro termina a lato. Allo scadere del primo tempo Abiuso parte sulla fascia sinistra, si accentra, supera un avversario e calcia a giro sul secondo palo, il pallone sembra destinato a terminare la sua corsa nell’angolo più lontano, ma impatta sulla schiena di Casadei che involontariamente devia la conclusione del compagno.

Nei primi venti minuti della ripresa il copione non cambia, con entrambe le formazioni che faticano a trovare spazi nei quali rendersi pericolose. Al 25′ la partita si sblocca: calcio d’angolo per la Roma del quale si incarica Volpato, palla tesa sulla quale al limite dell’area piccola Vicario si fa trovare puntuale e di testa firma l’1-0. L’Inter prova a rispondere, ma è ancora la Roma a concludere, questa volta con Tahirovic che però non impatta bene il pallone calciando a lato. Al 36′ arriva il pareggio dell’Inter con Casadei che si inserisce in area con i tempi giusti e di testa devia in rete un preciso cross dalla sinistra. I nerazzurri sono ancora pericolosi due minuti dopo con Valentin Carboni che dal limite dell’area fa partire un sinistro potente che termina di poco a lato. Nel recupero Padula tenta l’iniziativa personale in area e arriva al tiro, concludendo però centralmente, para Rovida in due tempi. Allo scadere la grande occasione capita sui piedi di Ndiaye dopo una mischia in area di rigore, ma il difensore giallorosso non riesce a trovare lo specchio della porta.

Il supplementare si apre con un’occasione per l’Inter dopo 5 minuti, con la conclusione di Iliev che termina sul palo dopo una leggera deviazione. Passa un minuto e questa volta Iliev porta in vantaggio l’Inter con una bella azione in area di rigore dove si libera di un avversario e calcia sul primo palo spiazzando Mastrantonio. La Roma potrebbe pareggiare al 12′, ma Padula colpisce male di testa da buona posizione. Due minuti dopo è Pagano a provare la soluzione dalla distanza, palla fuori. Il secondo tempo supplementare vede la Roma spingersi in avanti alla ricerca del pareggio, mentre i nerazzurri si rendono pericolosi in contropiede. A tre minuti dalla fine la Roma ha due grandissime occasioni: prima è Vicario a centrare la parte bassa della traversa, con Rovida battuto, poi è Cassano a calciare in area sul secondo palo, trovando la grande risposta dell’estremo difensore nerazzurro. Termina 2-1 in favore dell’Inter che è Campione d’Italia Primavera per la decima volta nella sua storia.

(Foto LaPresse)

Al “Mapei Stadium – Città del Tricolore” di Reggio Emilia la Roma e l’Inter si sfidano per la Finale del Campionato Primavera 1 TIMVISION. Ancora una volta in rimonta la formazione allenata da Mister Chivu ribalta la partita e conquista il titolo.

Il primo tempo è molto equilibrato, con le due squadre che dimostrano un’ottima organizzazione difensiva. La prima potenziale occasione della gara la costruisce l’Inter dopo 10 minuti con la discesa sulla destra di Silvestro, pallone in mezzo dove Peschetola controlla e calcia con la punta del piede destro, respinge la difesa giallorossa. Al 22′ calcio d’angolo per la Roma, Vicario stacca più in alto di tutti senza però trovare lo specchio della porta. Al 31′ torna a rendersi pericolosa l’Inter con il cross dalla fascia sinistra di Franco Carboni, Jurgens anticipa in area Vicario, ma il tiro termina a lato. Allo scadere del primo tempo Abiuso parte sulla fascia sinistra, si accentra, supera un avversario e calcia a giro sul secondo palo, il pallone sembra destinato a terminare la sua corsa nell’angolo più lontano, ma impatta sulla schiena di Casadei che involontariamente devia la conclusione del compagno.

Nei primi venti minuti della ripresa il copione non cambia, con entrambe le formazioni che faticano a trovare spazi nei quali rendersi pericolose. Al 25′ la partita si sblocca: calcio d’angolo per la Roma del quale si incarica Volpato, palla tesa sulla quale al limite dell’area piccola Vicario si fa trovare puntuale e di testa firma l’1-0. L’Inter prova a rispondere, ma è ancora la Roma a concludere, questa volta con Tahirovic che però non impatta bene il pallone calciando a lato. Al 36′ arriva il pareggio dell’Inter con Casadei che si inserisce in area con i tempi giusti e di testa devia in rete un preciso cross dalla sinistra. I nerazzurri sono ancora pericolosi due minuti dopo con Valentin Carboni che dal limite dell’area fa partire un sinistro potente che termina di poco a lato. Nel recupero Padula tenta l’iniziativa personale in area e arriva al tiro, concludendo però centralmente, para Rovida in due tempi. Allo scadere la grande occasione capita sui piedi di Ndiaye dopo una mischia in area di rigore, ma il difensore giallorosso non riesce a trovare lo specchio della porta.

Il supplementare si apre con un’occasione per l’Inter dopo 5 minuti, con la conclusione di Iliev che termina sul palo dopo una leggera deviazione. Passa un minuto e questa volta Iliev porta in vantaggio l’Inter con una bella azione in area di rigore dove si libera di un avversario e calcia sul primo palo spiazzando Mastrantonio. La Roma potrebbe pareggiare al 12′, ma Padula colpisce male di testa da buona posizione. Due minuti dopo è Pagano a provare la soluzione dalla distanza, palla fuori. Il secondo tempo supplementare vede la Roma spingersi in avanti alla ricerca del pareggio, mentre i nerazzurri si rendono pericolosi in contropiede. A tre minuti dalla fine la Roma ha due grandissime occasioni: prima è Vicario a centrare la parte bassa della traversa, con Rovida battuto, poi è Cassano a calciare in area sul secondo palo, trovando la grande risposta dell’estremo difensore nerazzurro. Termina 2-1 in favore dell’Inter che è Campione d’Italia Primavera per la decima volta nella sua storia.

(Foto LaPresse)

Leave a Reply

Your email address will not be published.