NOTA STAMPA ASSEMBLEA DI LEGA SERIE A

Si è svolta questa mattina l’Assemblea della Lega Serie A, con la partecipazione in collegamento video di tutte le 20 Società. In avvio di riunione il Vicepresidente Percassi ha relazionato i Club sulle riunioni svoltesi nei giorni scorsi con la Figc sul sistema delle Licenze nazionali. 

Sono stati votati e approvati i criteri di ripartizione dei ricavi della Coppa Italia e della Supercoppa per il triennio 2021 – 2024. 

Durante la riunione è stata inoltre esaminata la Circolare Fifa sul tesseramento dei calciatori stranieri provenienti dai campionati russo e ucraino. A tal proposito si terrà nel pomeriggio una riunione con tutte le Leghe europee e si tornerà a discutere della normativa da adottare in Italia nell’Assemblea già convocata per venerdì prossimo. 

Infine, per quanto riguarda l’adeguamento dello Statuto della Lega Serie A ai principi informatori federali, le Società continueranno, in una riunione tecnica convocata per la giornata di domani, a lavorare per definire il punto dei diritti collettivi NON – audiovisivi.

Si è svolta questa mattina l’Assemblea della Lega Serie A, con la partecipazione in collegamento video di tutte le 20 Società. In avvio di riunione il Vicepresidente Percassi ha relazionato i Club sulle riunioni svoltesi nei giorni scorsi con la Figc sul sistema delle Licenze nazionali. 

Sono stati votati e approvati i criteri di ripartizione dei ricavi della Coppa Italia e della Supercoppa per il triennio 2021 – 2024. 

Durante la riunione è stata inoltre esaminata la Circolare Fifa sul tesseramento dei calciatori stranieri provenienti dai campionati russo e ucraino. A tal proposito si terrà nel pomeriggio una riunione con tutte le Leghe europee e si tornerà a discutere della normativa da adottare in Italia nell’Assemblea già convocata per venerdì prossimo. 

Infine, per quanto riguarda l’adeguamento dello Statuto della Lega Serie A ai principi informatori federali, le Società continueranno, in una riunione tecnica convocata per la giornata di domani, a lavorare per definire il punto dei diritti collettivi NON – audiovisivi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.