TUDOR: “ABBIAMO ANCORA GRANDI MOTIVAZIONI”

Le principali dichiarazioni dell’allenatore gialloblù Igor Tudor, rilasciate nell’antivigilia di Inter – Hellas Verona, match valido per la 32a giornata della Serie A TIM 2021/22, e in programma sabato 9 aprile (ore 18), allo stadio ‘Giuseppe Meazza’ in San Siro.

Che gara ci aspetta? “Una delle partite più stimolanti della stagione. I giorni trascorsi dalla bella vittoria sul Genoa saranno appena cinque, ma saranno sufficienti per recuperare al meglio le energie: le nostre motivazioni sono altissime e vogliamo andare a Milano a fare una bella gara. Sarà difficilissimo, contro una squadra che lotta per lo Scudetto e ricca di campioni, ma anche bello e stimolante”.

Come sta la squadra? “Barak ha sofferto di una forte influenza intestinale, sarà valutato fino all’ultimo, ma ancora non si è potuto allenare con il gruppo. In quel ruolo abbiamo diversi elementi a disposizione. Veloso? E’ vicino al recupero, Lasagna invece è rientrato. Bessa? Lo vedo tranquillo e concentrato durante la settimana, sono contento della gara che ha fatto contro il Genoa. E’ un giocatore di alto livello, di categoria. Frabotta? Sono felice sia rientrato e abbia debuttato, è importante avere alternative, sono in tanti nel suo ruolo che stanno facendo davvero molto bene e starà a ciascun giocatore conquistarsi spazio da qui alla fine”.

Le motivazioni anche a salvezza acquisita? “Per me sono normali, chi lavora bene negli allenamenti quotidiani – che non cambiano durante la stagione – porta la giusta mentalità anche in campo. L’unico obiettivo della squadra è preparare al meglio la gara successiva, come sempre”.

Un pensiero per l’odierna scomparsa di Emiliano Mascetti? “Estendo le mie condoglianze alla sua famiglia. E’ stato una leggenda dell’Hellas Verona”.

(Foto LaPresse)

www.hellasverona.it

Le principali dichiarazioni dell’allenatore gialloblù Igor Tudor, rilasciate nell’antivigilia di Inter – Hellas Verona, match valido per la 32a giornata della Serie A TIM 2021/22, e in programma sabato 9 aprile (ore 18), allo stadio ‘Giuseppe Meazza’ in San Siro.

Che gara ci aspetta? “Una delle partite più stimolanti della stagione. I giorni trascorsi dalla bella vittoria sul Genoa saranno appena cinque, ma saranno sufficienti per recuperare al meglio le energie: le nostre motivazioni sono altissime e vogliamo andare a Milano a fare una bella gara. Sarà difficilissimo, contro una squadra che lotta per lo Scudetto e ricca di campioni, ma anche bello e stimolante”.

Come sta la squadra? “Barak ha sofferto di una forte influenza intestinale, sarà valutato fino all’ultimo, ma ancora non si è potuto allenare con il gruppo. In quel ruolo abbiamo diversi elementi a disposizione. Veloso? E’ vicino al recupero, Lasagna invece è rientrato. Bessa? Lo vedo tranquillo e concentrato durante la settimana, sono contento della gara che ha fatto contro il Genoa. E’ un giocatore di alto livello, di categoria. Frabotta? Sono felice sia rientrato e abbia debuttato, è importante avere alternative, sono in tanti nel suo ruolo che stanno facendo davvero molto bene e starà a ciascun giocatore conquistarsi spazio da qui alla fine”.

Le motivazioni anche a salvezza acquisita? “Per me sono normali, chi lavora bene negli allenamenti quotidiani – che non cambiano durante la stagione – porta la giusta mentalità anche in campo. L’unico obiettivo della squadra è preparare al meglio la gara successiva, come sempre”.

Un pensiero per l’odierna scomparsa di Emiliano Mascetti? “Estendo le mie condoglianze alla sua famiglia. E’ stato una leggenda dell’Hellas Verona”.

(Foto LaPresse)

www.hellasverona.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.