VITTORIE ESTERNE PER NAPOLI E SPEZIA

Il lunedì della terza giornata regala un risultato secondo “pronostico” e una sorpresa. Il Napoli, terzo in classifica, va a vincere in casa del Bologna, ritrovando negli ultimi minuti di gara anche Osimhen. Va a segno due volte Lozano, che timbra con una rete per tempo: al 20′ su cross di Elmas sfrutta il velo di Mertens per girare in porta di prima, al 47′ raccoglie l’assist di Fabian Ruiz, scarta il portiere e deposita il pallone in rete. La formazione di Spalletti non ritrova solo il suo centravanti, ma anche la solidità difensiva: solo il Manchester City, nei cinque maggiori campionati europei, ha ottenuto più clean sheet degli azzurri (13 contro i 12 di Ospina – Meret).

Al Meazza colpisce nel recupero lo Spezia, che ribalta il vantaggio iniziale di Leao e infila la terza vittoria esterna consecutiva, allontanandosi dalla terzultima in classifica (il Cagliari distante 6 punti). Milan in vantaggio con il suo esterno n. 17 che su lancio di Krunic salta in pallonetto il portiere in uscita allo scadere del primo tempo. Poco prima Theo Hernandez aveva tirato fuori un calcio di rigore. Nel secondo tempo la gara per i liguri cambia con l’inserimento di Agudelo, che al 64′ pareggia depositando in porta il cross di Verde. Nel finale due episodi decisivi. Il Milan segna con Messias, ma l’arbitro poco prima aveva fischiato un fallo su Rebic. Nel recupero Gyasi gela i rossoneri e la speranza di scavalcare l’Inter. 

Il lunedì della terza giornata regala un risultato secondo “pronostico” e una sorpresa. Il Napoli, terzo in classifica, va a vincere in casa del Bologna, ritrovando negli ultimi minuti di gara anche Osimhen. Va a segno due volte Lozano, che timbra con una rete per tempo: al 20′ su cross di Elmas sfrutta il velo di Mertens per girare in porta di prima, al 47′ raccoglie l’assist di Fabian Ruiz, scarta il portiere e deposita il pallone in rete. La formazione di Spalletti non ritrova solo il suo centravanti, ma anche la solidità difensiva: solo il Manchester City, nei cinque maggiori campionati europei, ha ottenuto più clean sheet degli azzurri (13 contro i 12 di Ospina – Meret).

Al Meazza colpisce nel recupero lo Spezia, che ribalta il vantaggio iniziale di Leao e infila la terza vittoria esterna consecutiva, allontanandosi dalla terzultima in classifica (il Cagliari distante 6 punti). Milan in vantaggio con il suo esterno n. 17 che su lancio di Krunic salta in pallonetto il portiere in uscita allo scadere del primo tempo. Poco prima Theo Hernandez aveva tirato fuori un calcio di rigore. Nel secondo tempo la gara per i liguri cambia con l’inserimento di Agudelo, che al 64′ pareggia depositando in porta il cross di Verde. Nel finale due episodi decisivi. Il Milan segna con Messias, ma l’arbitro poco prima aveva fischiato un fallo su Rebic. Nel recupero Gyasi gela i rossoneri e la speranza di scavalcare l’Inter. 

Leave a Reply

Your email address will not be published.