MISTER ANDREAZZOLI ALLA VIGILIA DI EMPOLI-SPEZIA

Il tecnico azzurro Aurelio Andreazzoli ha parlato alla vigilia della sfida di domani contro lo Spezia:

“Quella di domani – ha dichiarato il tecnico azzurro – sarà una gara da giocare con la testa, come tutte del resto, ma consapevoli che senza pancia non andiamo da nessuna parte. Quando abbiamo dimostrato di averle entrambe siamo sempre usciti dal campo molto soddisfatti, a prescindere dal risultato e sappiamo che senza una delle due componenti non si ottiene niente. Empoli impaurito? A me non sembra, anche l’ultima gara contro la Fiorentina l’abbiamo cominciata e condotta noi; non abbiamo mai dato l’impressione di essere impauriti e anche durante la settimana vedo i ragazzi vogliosi di fare le cose alla grande e tutti non vediamo l’ora di giocare. Rispetto all’andata la situazione è cambiata dal punto di vista della classifica, tra noi e loro c’è stato un differenziale di 19 punti da quella gara e qualcosa significherà. Loro hanno fiducia ed entusiasmo e ciò porta solitamente aspetti positive. Ma tutto questo non manca certo a noi. La squadra sta bene, lavora al meglio, con entusiasmo; li ho visti bene in settimana, hanno risposto a quanto richiesto, con voglia di fare e non possiamo che essere fiduciosi. Empoli arbitro dello scudetto? Il mio pensiero è rivolto solo alla partita di domani, non vedo oltre per non distrarmi. Guardo allo Spezia e basta, poi vedremo le altre, sperando di essere nella condizione di poterle giocare allegramente”.

“Se continuiamo a questa maniera – ha proseguito – viene un po’ a cadere quanto fatto in precedenza. Dire che non pensiamo alla mancanza del risultato pieno sarebbe negare una realtà ma non è una pesantezza, è un qualcosa che manca: tutte le domeniche si gioca per vincere e quando non si riesce a farlo viene naturalmente a mancare qualcosa. Ma come detto tante volte l’obiettivo nostro è esprimere il massimo di quello che abbiamo. E quasi sempre lo abbiamo fatto. Dobbiamo fare come fatto sempre in settimana, analizzare in video le situazioni da migliorare e cercare sul campo di migliorarle. Noi anche domani ce la metteremo tutta per portare a casa il risultato pieno perché dà soddisfazione al lavoro fatto; se non viene sarà importante non perdere e di questo dobbiamo averne coscienza. Errori arbitrali incidono sul campionato? La storia del campionato è inutile starla a ripetere, tutti la conosciamo e credo che di arbitri ne abbiamo già parlato troppo; non voglio tornarci perché dobbiamo pensare solo a ciò che possiamo controllare noi”.

“Crescita a livello difensivo? – ha aggiunto – Tutte le squadre hanno una necessità assoluta che è il pensiero dell’allenatore, ma allo stesso tempo ne hanno anche altre tipo di arrivare ad avere equilibrio o essere un pochino più spregiudicati, ma se la coperta la tiri da una parte poi manca dall’altra. Ora ci siamo dati teoricamente un corredo in più, adesso bisogna cercare di mantenere questo e incrementare il resto. Poi finisce la teoria e comincia la realtà e vediamo se funziona quanto abbiamo ben chiaro nella nostra testa. Tonelli? È stato tutta la settimana con noi, a inizio della prossima si dovrà operare. Sta come uno che ha subito una botta del genere e ci dispiace molto perché per noi è un punto di riferimento sia a livello di esperienza che del sano agonismo. Da un po’ stava bene dai suoi leggeri acciacchi che si è portato dietro ed è capitata questa tegola sia a lui che alla squadra. È il terzo infortunio grave e ne avremmo fatto a meno”.

“Tornando a Firenze – ha concluso – c’è stata una situazione che mi ha lasciato molto soddisfatto e credo che abbia portato anche ad un certo tipo di comportamento della squadra. Col pullman siamo passati a fianco dei nostri tifosi che attendevano di entrare: c’era grande entusiasmo che abbiamo toccato con mano e ci ha dato una carica notevole che abbiamo trasferito sul campo. Per domani so che la vendita a prezzo di favore sta andando bene e c’è ancor possibilità per acquistare i tagliandi: contiamo sul calore dei nostri tifosi, già nell’ultima partita col Verona si è sentito e molto e sarà un bell’aiuto. Non c’è bisogno ma ne faccio anche richiesta, domani abbiamo bisogno del loro calore e sono sicuro che ne usufruiremo al meglio, sperando di passare tutti una serata soddisfacente”.

(Foto LaPresse)

www.empolifc.com

Il tecnico azzurro Aurelio Andreazzoli ha parlato alla vigilia della sfida di domani contro lo Spezia:

“Quella di domani – ha dichiarato il tecnico azzurro – sarà una gara da giocare con la testa, come tutte del resto, ma consapevoli che senza pancia non andiamo da nessuna parte. Quando abbiamo dimostrato di averle entrambe siamo sempre usciti dal campo molto soddisfatti, a prescindere dal risultato e sappiamo che senza una delle due componenti non si ottiene niente. Empoli impaurito? A me non sembra, anche l’ultima gara contro la Fiorentina l’abbiamo cominciata e condotta noi; non abbiamo mai dato l’impressione di essere impauriti e anche durante la settimana vedo i ragazzi vogliosi di fare le cose alla grande e tutti non vediamo l’ora di giocare. Rispetto all’andata la situazione è cambiata dal punto di vista della classifica, tra noi e loro c’è stato un differenziale di 19 punti da quella gara e qualcosa significherà. Loro hanno fiducia ed entusiasmo e ciò porta solitamente aspetti positive. Ma tutto questo non manca certo a noi. La squadra sta bene, lavora al meglio, con entusiasmo; li ho visti bene in settimana, hanno risposto a quanto richiesto, con voglia di fare e non possiamo che essere fiduciosi. Empoli arbitro dello scudetto? Il mio pensiero è rivolto solo alla partita di domani, non vedo oltre per non distrarmi. Guardo allo Spezia e basta, poi vedremo le altre, sperando di essere nella condizione di poterle giocare allegramente”.

“Se continuiamo a questa maniera – ha proseguito – viene un po’ a cadere quanto fatto in precedenza. Dire che non pensiamo alla mancanza del risultato pieno sarebbe negare una realtà ma non è una pesantezza, è un qualcosa che manca: tutte le domeniche si gioca per vincere e quando non si riesce a farlo viene naturalmente a mancare qualcosa. Ma come detto tante volte l’obiettivo nostro è esprimere il massimo di quello che abbiamo. E quasi sempre lo abbiamo fatto. Dobbiamo fare come fatto sempre in settimana, analizzare in video le situazioni da migliorare e cercare sul campo di migliorarle. Noi anche domani ce la metteremo tutta per portare a casa il risultato pieno perché dà soddisfazione al lavoro fatto; se non viene sarà importante non perdere e di questo dobbiamo averne coscienza. Errori arbitrali incidono sul campionato? La storia del campionato è inutile starla a ripetere, tutti la conosciamo e credo che di arbitri ne abbiamo già parlato troppo; non voglio tornarci perché dobbiamo pensare solo a ciò che possiamo controllare noi”.

“Crescita a livello difensivo? – ha aggiunto – Tutte le squadre hanno una necessità assoluta che è il pensiero dell’allenatore, ma allo stesso tempo ne hanno anche altre tipo di arrivare ad avere equilibrio o essere un pochino più spregiudicati, ma se la coperta la tiri da una parte poi manca dall’altra. Ora ci siamo dati teoricamente un corredo in più, adesso bisogna cercare di mantenere questo e incrementare il resto. Poi finisce la teoria e comincia la realtà e vediamo se funziona quanto abbiamo ben chiaro nella nostra testa. Tonelli? È stato tutta la settimana con noi, a inizio della prossima si dovrà operare. Sta come uno che ha subito una botta del genere e ci dispiace molto perché per noi è un punto di riferimento sia a livello di esperienza che del sano agonismo. Da un po’ stava bene dai suoi leggeri acciacchi che si è portato dietro ed è capitata questa tegola sia a lui che alla squadra. È il terzo infortunio grave e ne avremmo fatto a meno”.

“Tornando a Firenze – ha concluso – c’è stata una situazione che mi ha lasciato molto soddisfatto e credo che abbia portato anche ad un certo tipo di comportamento della squadra. Col pullman siamo passati a fianco dei nostri tifosi che attendevano di entrare: c’era grande entusiasmo che abbiamo toccato con mano e ci ha dato una carica notevole che abbiamo trasferito sul campo. Per domani so che la vendita a prezzo di favore sta andando bene e c’è ancor possibilità per acquistare i tagliandi: contiamo sul calore dei nostri tifosi, già nell’ultima partita col Verona si è sentito e molto e sarà un bell’aiuto. Non c’è bisogno ma ne faccio anche richiesta, domani abbiamo bisogno del loro calore e sono sicuro che ne usufruiremo al meglio, sperando di passare tutti una serata soddisfacente”.

(Foto LaPresse)

www.empolifc.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.